Il cammino Jacopeo d'Anaunia: da Terzolas a Cles | Trekking.it

Il cammino Jacopeo d’Anaunia: da Terzolas a Cles

0
REGIONE
Trentino Alto Adige
COME ARRIVARE
In auto: Autostrada A22 del Brennero fino a Mezzocorona, poi SS43 in direzione Cles, infine SS42 della Val di Sole in direzione Malè fino a Terzolas.
In treno: Ferrovia Trento - Malè, stazione di Terzolas.
LOCALITÀ DI PARTENZA
Terzolas (754 m)
TIPOLOGIA ITINERARIO
a piedi
DISLIVELLO
+ 1064 metri
LOCALITÀ DI ARRIVO
Cles (690 m)
TEMPO DI PERCORRENZA
9 ore
DIFFICOLTÀ
E

Uno dei cammini spirituali più interessanti d’Italia, attraverso boschi e meleti ma anche tra i piccoli borghi contadini che connotano le peculiarità più interessanti della Val di Non.

Le sette tappe del Cammino Jacopeo d’Anaunia si sviluppano in 150 chilometri tra gli scenari più spettacolari delle valli di Sole e di Non, in quella porzione di Trentino che allungandosi verso ovest si spinge verso le cime dell’Adamello e dello Stelvio.

Il tragitto, da compiere a piedi come usava nel Medioevo, prende il via dalla basilica dei Santi Martiri Anauniesi a Sanzeno, e come traguardo vede il santuario di S. Romedio, che si era recato a Roma per pregare sulle tombe dei Principi degli Apostoli e si era poi stabilito nell’aspra valle che porta il suo nome.

L’itinerario: la quarta tappa, da Terzolas a Cles

Descriviamo la quarta tappa (18 Km) del Cammino Jacopeo D’Anaunia che comincia dalla Torraccia di Terzolas. Dopo Caldese e il vicino Castel Caldes si attraversa il Noce, presso località “Le Contre”, e si sale verso Plaz e Cavizzana.

Guadato il rio Tinto si raggiunge Mas dal Goto, Mas dala Rosa e Sas dala Guardia. Visitata la chiesa di San Martino si prosegue verso Calcare, dove s’imbocca la strada dele Crozze per i Masi di Cavizzana; dopo località Péria si prosegue nel bosco fino alle “Plaze dei pini”, percorrendo il Senter Portantin che si congiunge alla forestale diretta a S. Antonio di Cles (1280 m).

Il “Senter dei Gropi” passa per il “Pro dele Cionare” e lo “Vergondola”. A Caltron di Cles la chiesa di S. Lucia conserva testimonianze tardomedievali. Perdendo quota verso est si arriva a Dres, alla chiesa di S.Tommaso e infine al lago di S. Giustina e Cles.

Le tappe complessive sono le seguenti: Sanzeno – Madonna di Senale (25,6 km), Madonna di Senale – Marcena di Rumo (18,7 km), Marcena di Rumo – San Romedio (19,7 km), Marcena di Rumo – Terzolas (26,5 km), Terzolas – Cles (18,4 km), Cles – Flavon (22,6 km), Flavon – Vigo di Ton (20,5 km), Vigo di Ton – San Romedio (17,9 km).

Curiosità: la centrale di S. Giustina

In Valle di Non le acque del torrente Noce vanno incontro all’imponente sbarramento dell’impianto idroelettrico di Taio, il più alto d’Europa all’epoca della sua costruzione ad opera del Gruppo Edison, fra il 1943 e il 1951, e una dei maggiori del tipo a volta fino ad allora costruiti nel mondo.

Le pareti della diga appoggiano direttamente sulla roccia e hanno dato vita al lago di Santa Giustina con una capacità complessiva di 182 milioni di metri cubi d’acqua. Le acque del lago si insinuano nei canyon creando scenari pittoreschi ben noti agli appassionati di canoa.

AUTORE TESTO e FOTOGRAFIE
Testo di Redazione Trekking, foto di APT Val di Non e Alessio Pellegrini

Il cammino Jacopeo d’Anaunia: da Terzolas a Cles

Cles, Province of Trento, Italy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: