Coltelli per l’outdoor: pieghevoli o multiuso, i migliori per il trekking

Il coltello, o coltellino multiuso, è un attrezzo essenziale per ogni tipo di esperienza outdoor. Dai trekking più semplici fino ai viaggi nei posti più sperduti, arriverà sempre il momento in cui un buon coltello ci risolverà un problema.

14 ottobre 2021 - 7:13

È uno dei quegli strumenti a cui non rinunciare mai, perché in quasi tutte le esperienze outdoor un buon coltello può offrire sempre una soluzione per mangiare, costruire un rifugio d’emergenza, riparare oggetti e attrezzature.

Il coltello è sempre un regalo più apprezzato per gli amanti della vita all’aria aperta, un oggetto utile ma da molti anche collezionato.

Un oggetto antico, che si è aggiornato con le epoche. Dai primi utensili in legno, corno, osso, metallo, oggi siamo arrivati a ipertecnologici coltelli costruiti in leghe resistenti e ultraleggere.

Per quanto riguarda i coltelli per il trekking e l’outdoor ci sono due “filosofie” di pensiero:

  1. Quella del coltello multiuso (adesso fanno modelli che hanno incorporato anche uno stick di memoria per il computer!!!) con cui inventare ogni genere di utilizzo, dove la fa da padrone il leggendario serramanico con la croce svizzera;
  2. L’altra, più essenziale, è indirizzata verso il coltello a lama fissa, in solido acciaio, col quale, avendo esperienza ed abilità, si riescono a fare quasi tutte le azioni promesse dal multi-lama.

Ovviamente non stiamo parlando delle “scimitarre” viste nei film d’azione americani, ma di coltelli con una decina di centimetri di lama, da portare nello zaino ma anche in tasca.

A cosa serve il coltello?

Prima di acquistare un coltello pieghevole o un multiuso per lo zaino dobbiamo pensare a cosa ci può servire e, quindi, quali caratteristiche dovrebbe avere.

Serve un attrezzo per aprire le confezioni di cibo, mangiare e magari tagliare bene e cerotti?

In questo caso un coltello multiuso potrebbe essere la scelta giusta. Le diverse funzionalità lo rendono adatto a diverse attività outdoor: dal lavoro con piccoli motori alla regolazione degli attacchi di ciaspole e sci.

Se invece vi occorre un coltello per tagliare pezzi di legno per accendere un fuoco durante un campeggio all’aria aperta oppure per farvi largo tra sterpaglie e rovi di un sentiero poco battuto meglio scegliere un coltello più grande e robusto progettato per quegli usi.

 

Le caratteristiche del coltello

Prima di tutto la dimensione e il peso. Sia i coltelli multiuso che quelli a lama fissa sono oggi molto efficienti nonostante le ridotte dimensioni e il peso davvero contenuto, che permette di portarli nello zaino senza particolari problemi.

Gli attrezzi più moderni sono dotati clip, fori o anelli che consentono di attaccarli alle chiavi, ai vestiti o allo zaino. Infatti, proprio per le piccole dimensioni di questi oggetti, è molto facile smarrirli, magari mentre si cerca qualcosa nello zaino.

Molti decidono infatti di agganciarlo allo zaino per averlo pronto all’uso. Anche la scelta del colore conta, meglio se acceso e sgargiante, per renderlo riconoscibile in caso di perdita.

Ci sono coltelli con lama dritta o seghettata. Per svolgere compiti semplici come aprire pacchi, tagliare nastro adesivo o affettare il formaggio, è preferibile un bordo dritto.

Le lame seghettate sono invece adatte per compiti più duri, come tagliare legna e arbusti.

Venendo poi ai sistemi di apertura, ce ne sono di diversi tipi. Il più semplice è quello che consente di aprire la lama facendo presa con un’unghia in una piccola fessura nella lama.

Ci sono anche sistemi di apertura assistita con bottoni automatici o flipper, che è un’estensione metallica che nella parte posteriore della lama vicino al perno.

Ci sono poi le serrature che mantengono la lama del coltello aperta, per evitare che durante l’utilizzo di richiuda ferendoci.

I blocchi più comuni sono quelli del telaio integrati nel manico del coltello: una volta aperto il coltello il blocco scatta e si posiziona dietro la lama così da evitare la chiusura.

Un altro sistema comune è il liner lock ovvero un blocco a molla all’interno della maniglia che scatta tenendo la lama aperta. Il rivestimento deve essere premuto per chiudere il coltello.

 

Ecco alcuni coltelli consigliati per il trekking:

 

1) Squirt Leatherman PS4

Il Leatherman Squirt PS4 è un coltello multiuso completo, che una volta chiuso può essere attaccato anche ad un portachiavi.

Un concentrato di funzioni che pesa pochi grammi e include coltello, pinze normali e ad ago, un paio di forbici, lima, cacciaviti a testa piatta e a stella e un comodo apribottiglie.

Realizzato in acciaio inossidabile e alluminio anodizzato, adatto da utilizzare in campeggio, durante un trekking ma anche in casa. Uno dei più ricchi di accessori e funzionalità.

_ Disponibile anche su Amazon:

 

2) Coltellino multiuso Victorinox Fieldmaster

Il multiuso Victorinox è uno dei preferiti dai trekker di lunga data perché è super leggero ma racchiude molti degli strumenti necessari durante un trekking.

Ci sono un paio di forbici affilate, un coltello, una lima per unghie, una pinzetta, un cavatappi e tutto in un peso di appena 20 grammi.

Facile da agganciare all’esterno dello zaino e sono disponibili accessori di ricambio come le pinzette e le forbicine, poiché di solito sono la prima cosa che si perde.

_ Disponibile anche su Amazon:

 

3) Spyderco Dragonfly

Un coltellino pieghevole molto leggero e ideale da portare nello zaino per ogni necessità come aprire un pacco di cibo, tagliare un cartone, una corda o anche qualche piccolo ramo.

La lama e il manico sono estremamente ergonomici e piacevoli esteticamente, nonostante le dimensioni contenute si impugna molto bene grazie al doppio incavo per le dita alla base della lama.

Pesa meno di 20 grammi e ha una lama 5,7 cm con meccanismo di blocco. Nonostante le dimensioni ridotte, quando è chiuso ha le dimensioni delle chiavi di un auto, il DragonFly ha una  straordinaria capacità di taglio.

È disponibile con bordo liscio o seghettato in un’ampia varietà di colori: suggeriamo il giallo per renderlo più difficile da perdere.

_ Disponibile anche su Amazon:

 

4) Opinel n. 8

Veniamo ad uno dei marchi più iconici del mondo dei coltelli: Opinel.

Questo è un classico coltello da tasca pieghevole realizzato con manico in legno di faggio arancione naturale. Un oggetto da collezione, dal design semplice e raffinato.

Consigliamo di acquistare la versione in acciaio inossidabile che ha una migliore resistenza alla corrosione.

Un oggetto dal prezzo conveniente e con una buona lama adatta più che altro a tagliare alimenti e frutta, infatti è un coltello un po’ più grande di quelli fino ad ora citati, che rende più semplice il suo utilizzo per un pranzo al sacco.

_ Disponibile anche su Amazon:

 

5) Bergkvist K29

Questo è un coltello pieghevole molto utilizzato nell’outdoor.

Il K29 è robusto e con una lama molto performante. Ideale per tagliare rami e corde, intagliare bastoni, preparare cibi o aprire pacchetti.

Ideale per il campeggio, per il trekking, l’alpinismo e per ogni attività outdoor. Realizzato senza plastica, con un manico in ebano nobile e una robusta anima in acciaio-titanio.

La lama è di acciaio inossidabile con un ulteriore rivestimento di molibdeno che la rende particolarmente resistente. Nella scatole con cui viene consegnato è presente anche un astuccio da cintura in similpelle.

In alternativa, è possibile agganciare rapidamente il coltello alla cintura o ai pantaloni utilizzando la clip da cintura integrata.

_ Disponibile anche su Amazon:

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trekking e outdoor: attrezzi fondamentali da mettere nello zaino

Il berretto da montagna: cos’è, come sceglierlo e quando va usato

Scegliere l’orologio per il fitness: la nuova generazione di smart-watch