Quanti zaini deve avere un escursionista? Uno, due, dieci?

Non esiste uno zaino “universale” che possa andare bene per tutti e in ogni situazione. Anzichè scendere a difficili compromessi, meglio avere nell'armadio due zaini da trekking: uno per le camminate da fare in giornata, l'altro per i trekking di più giorni.

22 giugno 2022 - 6:07

Due zaini fanno il trekker contento

Due tipi di trekking, giornaliero e di più giorni, richiedono due tipi di zaini. Lo zaino da 70 litri lo utilizzeremo raramente, per escursioni plurigiornaliere.

Pronto ad accogliere all’interno non solo lo stretto necessario ma anche l’occorrente per trascorrere più giorni fuori casa.

Lo zaino di capienza più modesta sarà nostro compagno di viaggio per le escursioni che iniziano e terminano nell’arco di una giornata.

In questo caso l’indispensabile occuperà lo spazio di 30 litri circa per la breve gita invernale e ancora meno per l’escursione primaverile – estiva.

Naturalmente la percentuale d’utilizzo è diversa: lo zaino grande uscirà di rado dalla nostra dispensa, l’idea pertanto potrebbe essere quella d’investire meno nel 60 – 70 litri.

In realtà però proprio questo zaino è fondamentale che sia di qualità. Perchè quando lo utilizzeremo sarà carico di oggetti e dovremo trasportarlo per dei giorni sulle spalle.

Per questo dovrà trasmettere il maggior comfort possibile, permettendo alla schiena di sobbarcarsi pesi maggiori e per tragitti più lunghi.

Due zaini o uno zaino estensibile?

Se proprio non vogliamo investire denaro in due zaini può risultare utile l’acquisto di un modello estensibile, in grado cioè di ampliare la propria capacità a seconda delle esigenze.

Il segreto di questi prodotti risiede nelle due cerniere lampo posizionate strategicamente ai lati dello zaino.

Quando sono chiuse, lo zaino presenta un volume interno normale, che si amplia una volta aperte le zip  arrivando ad aggiungere una capacità di 15 – 20 litri.

> Zaini, la scelta giusta: suggerimenti e consigli

 

Come scegliere lo zaino

A prescindere dalla capienza, la nostra scelta deve ricadere su zaini tecnici.

Dovranno essere realizzati con materiale robusto, antiabrasione e impermeabile, con tasche al posto giusto e cordini o reti che rendono bastoncini, picozze e caschi facilmente accessibili.

Su zaini grandi è indispensabile la presenza delle cinghie stabilizzatrici sugli spallacci perché consentono un esatto posizionamento dello zaino.

> Come si regola lo zaino

Stesso discorso vale per le cinghie di compressione ai lati del cinturone che consentono di scaricare parte del peso sul bacino per la gioia della colonna vertebrale (utile soprattutto nelle soste).

Infine, le cinghie sul torace servono a stabilizzare lo zaino, utili soprattutto quando ci si appresta ad affrontare terreni sconnessi o vie ferrate.

Per i trekking plurigiornalieri sono confortevoli per le nostre spalle i morbidi spallacci anatomici imbottiti di un leggero rivestimento.

Infine gli zaini, soprattutto quelli più capienti, consentono non solo il caricamento dall’alto ma anche da un pannello laterale o frontale, opzione importante per non dover svuoltare mezzo zaino e recuperare il pile sistemato in fondo…

> Come scegliere lo zaino

Le dimensioni dello zaino e la stagione del trekking

La scelta della dimensione dello zaino sarà legata alla stagione (gli indumenti invernali occupano più spazio rispetto a quelli estivi), alle previsioni meteo (in caso di pioggia dovremo prevedere una mantellina in più e il ricambio), alla lunghezza dell’escursione (in ambienti privi di sorgenti d’acqua o fonti aumentano le dimensioni della borraccia) e al tipo di attività che andiamo ad affrontare (ramponi e piccozza non sono pesi piuma).

Utilizzare un unico zaino, di grande volume, anche per escursioni brevi, magari semivuoto, può intralciare i movimenti e la progressione.

E anche se si prevede di fare molta strada, diffidare degli zaini enormi, con una miriade di tasche esterne, scomparti, asole, fettucce, e macchinetta del caffè inclusa… così belli da ammirare adagiati nel baule dell’auto, ma impossibili da portare!

Nella scelta dobbiamo tenere a mente tre parametri fondamentali:

  • Distribuzione del carico.
  • Capacità dello zaino di adattarsi al movimento.
  • Conseguente ottimizzazione del comfort.

Zaini per trekking plurigiornalieri

Sono i “giganti” che, una volta riempiti, fanno paura a guardarli.

Indispensabile lo schienale totalmente “personalizzabile”, le cinghie di trazione del carico sulla parte superiore tra struttura e spallacci, imbottiti con materiali idrofughi, così come la fascia ventrale.

Anche se esistono zaini con volumi superiori ai 100 litri, consigliamo di non superare mai gli 80.

Questo perché più è grande il nostro zaino, più cose ci stiperemo dentro, pentendoci della scelta appena partiti.

Il peso a vuoto non dovrebbe superare i 2 chili.

Un peso comprensivo di: doppio scomparto interno separabile e accessibile dall’esterno; ampio cappuccio con tasca esterna e interna; due tasche laterali; tasche con cerniera sulla fascia ventrale; copri sacco impermeabile; fondo rinforzato. Tutto il resto è solo peso in più.

 

Zaini per escursioni giornaliere

Ideali per contenere le poche cose che servono per un’escursione giornaliera: una borraccia d’acqua, qualche cibaria di conforto, una maglietta di ricambio e una giacca anti-pioggia/vento.

Più è essenziale, più ce lo godremo.

Niente cinghie e fronzoli esterni, inutili le tasche esterne, deve sembrare un “prolungamento” del nostro corpo.

Ci si deve poter muovere con la massima agilità, camminando dovremmo addirittura dimenticarci di averlo addosso!

Importante, in ogni caso, il dorso che deve permettere una buona areazione alla schiena.

Il volume può variare da 20 a 40 litri, e il peso a vuoto non dovrebbe superare i 1.000/1.300 grammi.

 

3 Zaini per i trekking di più giorni

FERRINO OVERLAND 65 + 10

Zaino da trekking robusto con doppio accesso alla parte frontale ed inferiore, cappuccio amovibile trasformabile in zainetto.

Caratteristiche tecniche – Peso 2,5 kg • Tessuto 420 HD invisible ripstop, Supertex®  •Tasche Doppia sul cappuccio, di sicurezza, laterali e frontale a soffietto, su fascia vita, interna sul dorso • Altre caratteristiche Corpo estensibile (+10 l)

Disponibile in offerta su Amazon:

 

SALEWA ALPTREK 50 + 5

Disegnato per i trekking su lunghe distanze e di più giorni, l’Alptrek 50+5 è uno zaino comodo, in nylon leggero e ultra resistente, con uno schienale integralmente regolabile e un volume di 50 litri. Lo schienale Pro Custom-Fit è semplice da regola

re e a lunghezza variabile, con spallacci e cintura imbottiti con design anatomico, per un fit specifico uomo/donna.

Inoltre, i richiami di carico assicurano un fit ottimale sulle lunghe distanze, mentre i sostegni lombari pre-formati garantiscono una perfetta aderenza e il corretto trasferimento del carico sui fianchi.

Le ampie tasche offrono spazio in abbondanza per i vestiti di ricambio o gli archi della tenda ed è presente un doppio accesso (anteriore e superiore) al vano principale, per recuperare l’attrezzatura in modo facile e veloce.

E per un rapido accesso alle cose più importanti lungo il percorso. Con uscita per il sistema d’idratazione, porta-piccozza/porta-bastoncini, porta corda e cinghie di compressione laterali più opzione per volume addizionale (5 litri) sotto il top, staccabile e regolabile in altezza.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,8 kg • Tessuto 420Dx420D HD Nylon, 100Dx280D Nylon Twil • Tasche le tasche on-the-go sono facilmente raggiungibili senza dover togliere lo zaino dalla schiena • Altre caratteristiche sistema di trasporto Custom-Fit Pro

Disponibile in offerta su Amazon:

 

DEUTER AIRCONTACT LITE 50+10

Uno zaino leggero, confortevole e abbastanza capiente per contenere tutti i vostri sogni, anche quelli in cui occorre partire portandosi tutto ciò che serve per un trekking di più giorni. Se è questo che state cercando, Aircontact Lite 50+10 di Deuter è la soluzione ai vostri problemi.

Garanzia di comodità è innanzitutto il sistema Vari Quick, che offre una regolazione rapida ed efficace dello schienale, mentre il telaio a forma di X consente una perfetta ripartizione del peso del carico.

A questo si aggiungono il fascione ventrale regolabile con il sistema Pull Forward e gli spallacci ottimamente imbottiti.

Il cappuccio estensibile in altezza consente di portare il volume da 50 a 60 litri, mentre lo scomparto separato sul fondo (accessibile attraverso un’apposita zip), il comparto portavalori e biancheria, nonché una comodissima tasca elastica esterna, facilitano l’organizzazione del carico.

Disponibile in offerta su Amazon:

 

3 Zaini per i trekking giornalieri

DEUTER ACT TRAIL 30L

Questo modello della Deuter è molto versatile, apprezzato lungo le vie attrezzate per le sue performance, come anche a passeggio nei centri urbani grazie ad uno stile fresco, elegante e semplice.

Il volume che lo rende ideale per escursioni giornaliere non tragga in inganno: lo zaino ACT Trail 30L è ben organizzato all’interno, ad esempio il compartimento per riporre gli indumenti umidi o sporchi, e diverse tasche – frontale, sotto la patella, interna per gli oggetti di valore, due laterali – che alla fine ampliano la capacità di trasporto.

Lo sappiamo, la famiglia degli zaini Deuter consente al momento del trasporto una comodità eccezionale: il Sistema Aircontact si adatta perfettamente alla schiena e mantiene il carico vicino al baricentro + spalle flessibili ActiveFit.

Inoltre questo modello è campione in leggerezza (1180 gr): il telaio teso a forma di U, in Delrin® offre una flessibilità eccezionale con un peso molto ridotto. Bello da vedere, ACT Trail 30L mostra dettagli intelligenti come la cintura in vita a scomparsa (cinturone con regolazione Pull Forward) e l’apertura della parte frontale con cerniera a doppio cursore che consente l’accesso diretto al contenuto anche quando è chiuso.

Altre caratteristiche: rivestimento removibile per la pioggia, SOS-Label che offre importanti consigli in caso di emergenza, compatibile con sistemi di areazione, laccetti per il trasporto del casco, bastoncini, set via ferrata, piccozza.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,18 kg • Telaio ad U flessibile di Delrin

Disponibile in offerta su Amazon:

 

FERRINO FINISTERRE 28

Zaino dal profilo lineare e completo di tutte le dotazioni. Il dorso D.N.S garantisce una perfetta ventilazione

.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,55 kg • Tessuto Diamond HD, Supertex®, Rinforzi in Reinforced Laminated • Tasche Sul cappuccio, di sicurezza, frontale a soffietto, laterali in rete, su fascia a vita, interna sul dorso.

Disponibile in offerta su Amazon:

 

SALEWA ASCENT 24

Zaino da 24 litri comodo e ben aerato per l’escursionismo. Il suo sistema di trasporto Air-Fit combina un leggerissimo telaio in acciaio al carbonio con un mesh su tutta la schiena per un’eccezionale aerazione.

Lo spazio di ventilazione tra lo zaino e il sistema di trasporto, unitamente alle aperture di aerazione assicurano un perfetto confort termico per un’intera giornata di trekking, mentre i richiami di carico e la cintura lombare ne aumentano la stabilità.

La configurazione classica con uno scomparto principale, tasche laterali, tasca interna e tasca cintura offre molte possibilità per sistemare gli oggetti più piccoli. Include anche: sacca parapioggia, uscita per il sistema di idratazione, supporto per piccozza e bastoncini.

Caratteristiche tecniche – Peso 1,1 kg • Tessuto 400Dx400D Nylon • Tasche tasche laterali, tasca interna e tasca cintura • Altre caratteristiche sistema di trasporto Air Fit

Disponibile in offerta su Amazon:

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Borraccia termica per lo sport e la montagna

I migliori bastoncini da trekking: i più usati e venduti

I sacchi a pelo: le caratteristiche più importanti