Giacca da montagna per l’inverno, le caratteristiche principali

Quando si deve scegliere una giacca da montagna il Gore-Tex è una garanzia in termini di isolamento termico, traspirabilità e impermeabilità. Tuttavia negli ultimi anni sono state prodotte giacche con nuove tecnologie e membrane che garantiscono performance almeno pari. Vediamo quali sono e scopriamo le differenze con il Gore-Tex.

21 dicembre 2021 - 11:35

Nelle giacche da montagna, specie in inverno, i tessuti e le mebrane sono l’aspetto principale

Il Gore-Tex® è una membrana osmotica dalle proprietà straordinarie brevettata dall’azienda americana Gore e divenuta famoso in tutto il mondo

Nel comparto tessuti protettivi (da pioggia, vento, neve e ogni sorta di intemperia climatica) sono molte le aziende che producono tessuti “spalmati” (cioè impregnati, solitamente all’interno, di sostanze impermeabili e idrorepellenti).

Questa soluzione ha però l’inconveniente negativo di trattenere all’interno anche l’evaporazione corporea, trasformando spesso la giacca o il sovrapantalone in uno “scafandro” soffocante.

Molto più avanzate sono le “membrane osmotiche”.

PTFE: come funzionano le membrane della meraviglia

Funzionano in modo estremamente semplice.

Si tratta di uno spessore di PTFE (politetrafluoretilene) che viene “stirato” trasformandolo in un sottilissimo “foglio laminato” da accoppiare ad altri tessuti esterni.

La caratteristica della membrana così ottenuta è di avere, nella struttura, miliardi di micropori.

Questri sono in grado di far passare il vapore acqueo, in forma gassosa, ma sono troppo piccoli per permettere il passaggio alla molecola d’acqua.

In questo modo, esattamente come la nostra pelle, la membrana di PTFE montata sulla nostra giacca permette al sudore di evaporare verso l’esterno.

Non permette invece alle gocce d’acqua, più grandi dei fori della membrana, di penetrare all’interno del capo.

 

Le altre membrane sintetiche

Naturalmente, non esiste solo il Gore-Tex.

Altre aziende hanno sviluppato tecnologie che garantiscono risultati simili nelle giacche da montagna.

Vediamo brevemente alcune.

eVent®

Brevettata da BHA Technologies, questa membrana ha uno strato in meno di Poliuretano, guadagnando in traspirabilità.

Non ha bisogno di essere bagnato per iniziare a traspirare, man mano che il sudore viene prodotto fuoriesce subito verso l’esterno, lavorando “a secco”. In pratica, nemmeno s’inizia a sudare e l’interno del tessuto non si bagna

Fin qui i pro rispetto a Gore-Tex.

I contro invece sono tre: eVent è più costoso, necessita di lavaggi più frequenti e offre un minore isolamento termico.

Powertex®

Si tratta di una membrana in PU ultrasottile di Salewa.

Sviluppa una tecnologia che garantisce risultati del tutto assimilabili a Gore-Tex.

Powertex è resistente all’abrasione, altamente traspirante, resistente all’acqua e al vento, durevole.

Nella versione a tre strati Powertex CORDURA® raggiunge l’eccellenza, grazie alla parte esterna in nylon CORDURA® altamente resistente all’abrasione.

H2No

Creata da Patagonia, è un’altra ottima membrana, solo leggermente meno traspirante di Gore-Tex.

L’azione impermeabile/traspirante del H2No segue lo stesso principio comune a tutte le membrane porose.

La dimensione delle molecole di vapore acqueo sono inferiori rispetto a quella dei micropori della membrana, quindi il sudore può passare da un’area di alta concentrazione ad una di bassa concentrazione (ovviamente, se l’ambiente esterno è umido, questo passaggio sarà meno veloce).

DryVent ™

Si tratta di una membrana di The North Face, progettata in modo da mantenere l’indumento completamente impermeabile, antivento e traspirante.

Anche in questo caso, come per Gore-Tex e H2No, il lato esterno del DryVent ™ è trattato con DWR, un idrorepellente che evita il formarsi di una patina omogenea di acqua in superficie, così da agevolare la diffusione del sudore dall’interno verso l’esterno.

OutDry ™ Extreme

Con caratteristiche simili al Gore-Tex e al DryVent ™, questa membrana è utilizzata nei capi tecnici Columbia.

Si distingue per l’assenza di trattamento DWR, infatti il suo lato esterno è già impermeabile.

Questo può essere vantaggioso visto che il DWR è un composto perfluorurato (PFC) che a causa dei suoi dannosi impatti ambientali verrà presto sostituito con valide alternative.

 

5 giacche da montagna progettate con le nuove membrane

Gore-tex > Salewa – Stelvio, la giacca da montagna in Gore-Tex, ma non solo

Una giacca da montagna di uno dei maggiori brand dell’outdoor, con zip-in e giacca interna con imbottitura in lana tirolese di 100g, staccabile. Spalle e maniche sono ergonomiche per una migliore vestibilità.

Il cappuccio staccabile/zip-off è regolabile nella parte posteriore. Le tasche esterne hanno una cerniera protetta da flap.

La cerniera di ventilazione sulla manica alta posteriore, se tesa col gomito si può aprire/chiudere con una sola mano.

Polsini regolabili con chiusura a velcro. Regolazione fondo elastica con una mano. Completamente foderato.

_ Disponibile anche su Amazon:

Power tex> Salewa – Marmolada, una giacca a prova di vento e montagna

Un classico della linea Salewa per la montagna che utilizza la membrana Powertex.

La cintura ha 3 passanti per bretelle per il massimo comfort.Finitura impermeabile, tutte le cuciture termosaldate.

_ Disponibile anche su Amazon:

 

H2NO > Patagonia – M’s Torrentshell 3l, l’avventura protetta dalla membrana H2NO

Semplice e confortevole, questa giacca utilizza la tecnologia h2no standard a 3 strati per fornire un garantendo impermeabilità e traspirabilità, comfort che dura tutto il giorno e resistenza all’acqua nel tempo.

Le cuciture realizzate a mano.

_ Disponibile anche su Amazon:

 

DryVent > The Northface – Apex Flex DryVent, impermeabile e traspirante, pensata per le donne

Questo modello combina una membrana DryVent impermeabile e traspirante con un un supporto leggero in maglia elasticizzata per una protezione confortevole dagli agenti atmosferici.

Cappuccio con coulisse regolabile, laminato stormflap con chiusura a scatto sull’orlo e collo superiore copre la zip frontale centrale.

_ Disponibile anche su Amazon:

 

Outdry Extreme > Columbia – Outdry Extreme™ Nanolite™, l’ultraleggera

Una giacca ultraleggera ad alte prestazioni per avventure attive sia al di fuori del percorso turistico.

Realizzata con la tecnologia più avanzata Outdry Extreme™ Nanolite™ che la rende impermeabile e traspirante e con un cappuccio regolabile per una maggiore protezione.

Può essere ripiegata in una borsa e dotata di tasche con cerniera, polsini regolabili e orlo profondo.

_  _ Disponibile anche su Amazon:

 

 

_ Leggi gli altri articoli sull’abbigliamento e le attrezzature per l’outdoor:

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trekking di 3 giorni con 10 chili di zaino? Si può fare: vediamo come

Scarpe da trekking: 4 regole di manutenzione per farle durare a lungo

Quanti zaini deve avere un escursionista? Uno, due, dieci?