Sandali da trekking: perché e quando utilizzarli e come scegliere i migliori

I sandali da trekking sono una buona alternativa agli scarponcini? E se sì, a che condizioni? E quanti tipi ne esistono? Rispondiamo a questa e altre domande e vediamo come scegliere i i modelli più adatti alle nostre esigenze.

3 giugno 2021 - 13:51

Sandali per trekking ed escursioni: le basi

Una giornata trascorsa a camminare con gli scarponi mette a dura prova la salute dei nostri piedi, costretti a sopportare il nostro peso e quello dello zaino che ci carichiamo sulla schiena.

I sandali sono una valida alternativa soprattutto ora che andiamo verso la stagione più calda.

La qualità delle calzature è fondamentale per garantire benessere dei nostri piedi.

Seppure gli uomini siano stati creati per camminare scalzi, abbiamo l’esigenza di proteggere i nostri piedi da asperità e urti, potremmo quindi avvicinarci allo stato naturale prendendo in seria considerazione l’opportunità di indossare i sandali da trekking.

Sicuramente i nostri piedi saranno ben felici se dovessimo adottare calzature leggere e aperte nei momenti di riposo e relax, ma questa opzione potremmo considerarla anche lungo il cammino in base al tipo di percorso che dobbiamo affrontare.

Se il sentiero è sconnesso meglio evitare i sandali da trekking poiché non possono proteggere adeguatamente il piede da urti accidentali. Altrimenti…

Quando calzare i sandali?

Nell’ambito della nostra passione prediletta, il trekking, possiamo oggi affermare che i sandali tecnici non fanno rimpiangere nessuna calzatura.

Ovviamente muovendosi su terreni idonei, non certamente in alta quota!

Sono veramente eccellenti compagni di escursione, soprattutto nella calura estiva.

A chi non è capitato di capitombolare in acqua nel tentativo di guadare un ruscello?

Oppure di scivolare sul fondo umido e bagnato di un bosco?

I sandali possono venirci incontro non solo come miglior “aftersport” dopo la birra e la doccia, ma anche come alternativa al più classico scarponcino.

Questo tipo di calzatura può rappresentare un vero toccasana per chi pratica attività all’aria aperta.

Soprattutto se a dividere noi e la meta finale dell’escursione sono ambienti ricchi di corsi d’acqua.

Ad esempio le faggete nel periodo autunnale, oppure terreni umidi e bagnati tipici delle zone fluviali e lacustri.

Sicurezza, tranquillità e comodità sono prerogative di queste calzature che consentono di camminare sulla terra o con i piedi a mollo nell’acqua.

E gli scarponcini?

Se poi siamo tradizionalisti e non possiamo fare a meno d’indossare gli scarponcini leggeri, i sandali che offrono la massima libertà e traspirazione restano comunque compagni d’escursione fondamentali.

Per il confort dei nostri piedi a fine giornata, quindi suggeriamo di portali appresso, nello zaino, considerando l’ingombro ridotto e la loro leggerezza.

Il più delle volte lungo i sentieri s’incontrano suoli diversi, un fondo dolce anziché irregolare, una traccia in erba anziché su roccia, il sandalo a prescindere deve garantire sicurezza, quindi una suola in rilievo assolve bene a questa funzione.

La scelta, se le nostre tasche lo permettono, dovrebbe ricadere su un sandalo con suola Vibram, o materiale simile che può salvaguardarvi da eventuali scivolate.

L’importanza dei singoli componenti: la suola, l’intersuola, il tallone

Le suole strutturate e con un grip eccellente (stiamo parlando delle stesse sagome tassellate e mescole che equipaggiano gli scarponi di alto livello) consentono di affrontare terreni anche impegnativi.

Ovviamente, una suola troppo disegnata e rigida potrebbe essere inadeguata per camminare su superfici delicate, come ad esempio il parquet di una barca a vela.

A noi questo non importa, il nostro terreno congeniale è un altro, il sentiero, quindi ci limitiamo a prendere in esame i sandali giusti per fare trekking.

Elemento importante per il confort dei nostri piedi è l’intersuola con shock absorber, ottimale anche su superfici molto sconnesse, e il cuscinetto assorbente sotto il tallone che ammortizza gli urti.

La cuffia di sostegno per il tallone e il rialzo laterale sono congeniali per sostenere il piede e tenerlo in posizione.

Anche l’orlo anteriore leggermente rialzato contribuisce a “fasciare” il piede e proteggerlo dal contatto con rocce o spine, e quando presente, la tomaia è in grado di proteggere il piede da imprevisti colpi laterali.

L’allacciatura: fibbie e cinghie per il comfort del piede e della camminata

Sempre per il comfort del piede, nella scelta del sandalo bisogna controllare le fibbie e cinghiette: non devono trovarsi nei punti di maggiore sofferenza del piede (calcagno e tendini), lo sfregamento, soprattutto se non protetti da cuscinetti, potrebbe portare dolore insopportabile in caso di trekking di più giorni.

Inoltre le cinghiette devono essere regolabili anche separatamente, per meglio adattarle al piede: ad esempio, percorrendo sentieri che perdono quota, la regolazione è diversa rispetto alla camminata lungo una traccia in salita o in piano.

Le fibbie sono preferibili sul lato esterno del piede poiché su quello interno potrebbero accidentalmente aprirsi o allentarsi per sfregamento tra i due sandali durante la deambulazione. Mettete in conto che le chiusure in velcro sono quelle che si aprono più facilmente, soprattutto se sporche o bagnate.

Un altro elemento che rassicura la nostra camminata è la soletta che deve presentare un minimo di disegni in rilievo: questo consente alla pianta del piede di fare presa sicura anche quando è sudata.

Altra caratteristica importante, da considerare all’atto dell’acquisto, è la velocità di asciugatura, importante perché una soletta che rimane umida per ore dopo aver attraversato un torrente potrebbero causare l’insorgere di vesciche.

Le nostre scelte

Vi presentiamo una selezione di alcuni tra i migliori modelli di sandali per il trekking del 2021.

Abbiamo cercato di offrire una selezione la più varia possibile, che includa sandali aperti e sandali chiusi, per uomini e donne, per bambini, per escursioni più impegnative e per trekking facili.

 

The North Face – Hedgehog Sandal III, un classico versatile che non invecchia

Gli Hedgehog sono tra i più noti sandali versatili, adatti per i trekking estivi su terreni senza asperità e rocce lungo il cammino, così come per le camminate lontano dai sentieri, nella bella stagione.

L’intersuola in EVA a doppia densità sagomata a iniezione con inserto sagomato in PU crea una soletta aderente con finitura testurizzata che impedisce al piede di scivolare.

_ Disponibile su Amazon:

 

Flarut – La nuova versione è ancora una garanzia


La nuova versione dei sandali Flarut è all’altezza delle precedenti. Materiale esterno di qualità superiore: pelle di superficie texture delicata sentire liscio indossando il tempo libero confortevole temperamento.

Materiale suola: Suola in gomma: suola in gomma naturale con antiscivolo, resistente all’abrasione, morbida, e il design ha la funzione di smorzamento e drenaggio. Chiusura: Stringata Altezza tacco: 2 cm Larghezza scarpa: normale

_ Disponibile su Amazon:

 

Teva – Tanza, per bambini: sistema shock-pad per i percorsi accidentati

Sandali in sintetico, sia in esterno che nella fodera. La suola ha l’esclusivo sistema shock-pad sul tallone, per attutire gli urti nei percorsi più difficili. Massimo comfort e versatilità per i trekker più esigenti.

_ Disponibile su Amazon:

 

Teva – Hurricane XLT2, il sandalo aperto per la camminata soft

Questi sandali aperti non sono adatti a tutti i trekking, ma solo a quelli su terreni o sentieri che non presentino particolare asperità.

Nel guardaroba dell’escursionista-viaggiatore possono però trovare posto, quando si tratta di abbinare una camminata su sentiero facile a una passeggiata in spiaggia o per le strade della cittadina di vacanza.

_ Disponibile su Amazon:

 

Keen – Newport H2, i più veloci ad asciugare

Leggeri e flessibili i sandali, i sandali Newport H2 sono realizzati in tessuto tecnico per una maggiore durata nel tempo.

Il modello è caratterizzato da una suola in gomma e da un sistema di lacci intrecciati. Asciugano rapidamente e quindi offrono il massimo comfort se si tratta di guadare piccoli torrenti.

_ Disponibile su Amazon:

 

Nike – Sunray Protect 2, i sandali unisex per bambini

Punta: Tonda Tipo di tacco: Senza tacco Chiusura: Chiusura a strappo Dettaglio: Aperture, Cucitura ornamentale Chiusura: A strappo Extra: Linguetta prensile sulla linguetta principale Suola: Antiscivolo, flessibile Suola interna: Sagomata, imbottita

_ Disponibile su Amazon:

 

Teva – Omnium 2, solido e robusto

Caratterizzata da una tomaia in pelle robusta e offre una trazione efficace su superfici super scivolose. La soletta in tessuto e pelle evita lo al piede sudato di scivolare, garantendo il massimo comfort durante il cammino. Tacco di 2 cm.

_ Disponibile su Amazon:

 

Keen – Venice H2, il sandalo stylish e sicuro per donne

Leggeri e traspiranti, hanno un’ottima resistenza all’acqua, grazie alla rapida asciugatura. Il sistema di chiusura facile garantisce comfort e praticità. La punta protegge anche nei trekking su terreni meno semplici.

_ Disponibile su Amazon:

 

 

Grition – All Out Blaze Web

Caratteristiche tecniche:

_ Chiusura in velcro regolabile, facile da indossare e togliere, in modo che la maggior parte dei piedi possano entrare facilmente.
Suola in gomma: le suole in gomma antiscivolo e antiforatura riducono il rischio di rottura di oggetti appuntiti.
_ Tomaia sintetica: PU + elegante cinturino, confortevole e traspirante.
_ Punta chiusa: i sandali aperti sono comodi e traspiranti e hanno una punta in gomma resistente per proteggere le dita.
_ Design plantare: le solette in EVA Phylon sono ottime per escursioni, trekking, passeggiate, arrampicata, ciclismo e per tutte le avventure in acqua.

_ Disponibile su Amazon:

 

 

Salomon – Techamphibian 3W, l’anello di congiunzione tra i sandali e le scarpe leggere

Caratteristiche tecniche: Un sandalo robusto e sicuro per donne, che offre il massimo comfort e la sicurezza a chi non vuole rinunciare alla leggerezza senza però mettere a rischio i propri piedi. Materiale esterno: Sinteti. Fodera: Sintetic. Materiale suola: Sintetic. Chiusura: Stringat. Altezza tacco: 2 c. Tipo di tacco: Piatt. Composizione materiale: Synthetic. Larghezza scarpa: Normale

_ Disponibile su Amazon:

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scarponi da trekking per l’autunno e l’inverno: le caratteristiche principali e come sceglierli

Salewa: la nuova linea baselayer per ski mountaineering e alpinismo

Trail Running anche d’inverno: con Dynafit è possibile