Scarponcini da trekking: alcuni consigli di base

18 marzo 2020 - 10:07

Esattamente come i pneumatici per l’auto, gli scarponcini da trekking sono le nostre “gomme” e devono essere in grado di offrire le migliori prestazioni su ogni tipo di terreno: sabbia, prati bagnati, asfalto rovente, rocce e ghiaioni, etc.

La calzatura da trekking, però, ha un’altra funzione indispensabile: in qualche modo rappresenta anche il “telaio” che sostiene tutto il corpo.

Oggi per le scarpe da escursionismo si può sicuramente parlare di progetti di altissima ingegneria integrata con i più avanzati studi sulla fisiologia; il tutto concentrato in un prodotto sempre più leggero e sempre più performante.

Le calzature per la camminata sportiva oggi spaziano dalla scarpetta da skyrunning, autentico “peso piuma” capace però di muoversi su ogni terreno, alle calzature all terrain, leggermente più alte e strutturate delle precedenti, ideali per la gran parte delle attività escursionistiche, per arrivare agli scarponi da montagna, con suole ramponabili, ottimi anche per alpinismo e trekking in alta quota.

Scegliere gli scarponcini da trekking non è sempre facile.

Dalla dimensione allo stile le variabili sono molteplici e spesso bisogna andare in negozio più volte per trovare quello che cerchiamo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli 8 migliori zaini per escursioni giornaliere

Abbigliamento intimo tecnico o base layer

Quanti zaini servono ad un trekker? Due è il numero perfetto!