Yoga e Pilates: ottimi per prepararsi al trekking

27 aprile 2020 - 13:57

Proviamo lo yoga e il pilates

Il modo più semplice per tenersi in forma in casa senza utilizzare attrezzi è fare ginnastica a corpo libero, muovere il nostro corpo seguendo posizioni ed esercizi che fanno lavorare la nostra muscolatura.

Molte persone sottovalutano i benefici fisici di attività come lo yoga e il pilates, si crede siano attività leggere e poco faticose, in realtà chiunque le pratichi può testimoniare come gli sforzi muscolari per compierle siano importanti e anche la parte aerobica è ben allenata.

Il pilates

Joseph Pilates, fondatore dell’omonimo metodo, dopo aver praticato body building, Yoga e Arti marziali, sviluppò la consapevolezza che una cattiva respirazione e una conseguente cattiva postura sono le cause di una cattiva salute.

Così nel 1925 si orientò verso un approfondimento della pratica dello Yoga e dei movimenti degli animali, che lo portarono ad ideare un metodo di allenamento che chiamò “Contrology” incoraggiando l’uso della mente per controllare la funzione dei muscoli.

Sono oltre 500 gli esercizi del Pilates e tutti pongono l’attenzione sul respiro, sulla postura, sull’allungamento dei muscoli e soprattutto sul rafforzamento della cintura addominale per il supporto della colonna vertebrale.

Questa descrizione fa capire quanto possa essere davvero utile questo tipo di allenamento per i trekker e gli alpinisti, un ottimo modo per rafforzare la muscolatura, migliorare l’equilibrio e stabilizzare le articolazioni.

Lo yoga

Lo Yoga ha origini antiche e si può praticare in molti modi diversi, infatti nei secoli si sono sviluppate molte scuole diverse, nel vasto mare dello Yoga si può allenare l’equilibrio, la respirazione, la forza e molto altro ancora.

Lo yoga ti allenta e ti consente di imparare a sfruttare pienamente tutti i movimenti del corpo e a dominare la propria muscolatura, è molto  utile anche per combattere la rigidità muscolare che interviene dopo un trekking. Quindi è un’ottima disciplina da perseguire anche alla fine di questo periodo di quarantena.

In una lezione di yoga i ritmi sono lenti, le posizioni mantenute a lungo, i respiri profondi, le articolazioni aperte fino alla massima escursione, il tutto allo scopo di rinforzare tutta la struttura corporea in modo armonico ed equilibrato.

Gli esercizi alleviano la tensione alla schiena, alle gambe e alla parte superiore del corpo e la respirazione profonda aiuta a rilassare e allentare la tensione muscolare e articolare.

Iniziare con i corsi online

Questi giorni di quarantena potrebbero rappresentare il momento giusto per seguire qualche corso online di Yoga o Pilates, su youtube ce ne sono molti, inoltre sono diverse scuole in Italia, ma anche nel resto del mondo, stanno organizzando corsi gratuiti in diretta streaming tenuti dai loro istruttori.

Ekhartyoga.com, è un portale che ha oltre un milione di iscritto con un archivio di oltre tremila lezioni, la fondatrice Esther Ekhart, insegnante di yoga conosciuta in tutto il mondo, ha lanciato un programma gratuito di yoga e meditazione (in inglese) per combattere lo stress durante la pandemia: le lezioni sono adatte a tutti e sono corredate anche da consigli per affrontare ansia e paura.

Per chi preferisce la guida in italiano c’è Yogare, piattaforma che conta la bellezza 430 lezioni di yoga e offre una prova gratuita di 7 giorni. Un’altra interessante piattaforma è Reyoga, che con l’iniziativa #loyoganonsiferma,offre tre lezioni gratuite al giorno.

Tra chi organizza attività online per i propri iscritti c’è Ryoga – un centro con ben tre studi a Roma con oltre duemila mq dedicati a diverse discipline di yoga, barre e pilates – che conta quasi seimila iscritti e offre un programma di lezioni live sul Web tenute tutti i giorni dai propri insegnanti.

Lo stesso fa Baliyoga, realtà milanese con 5 studi in città, che sul suo sito ha creato BaliYoga@Home, studio virtuale con lezioni interattive da Milano, Bali e Barcellona.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Siete troppo sedentari? Alcuni consigli per mettersi in cammino

Camminare ogni giorno un po’ per allungare la vita

Consigli per il campeggio: regole per dormire outdoor!