Monteluco e la Valcieca: da Spoleto a Patrico

20 maggio 2017 - 12:56

Un itinerario a partire dalle suggestioni del patrimonio storico e artistico di Spoleto, per godere dei vasti panorami (specie da Castelmonte e Monte Patrico) sulla Valnerina.

La flora è rappresentata da formazioni boscose con grandi varietà di alberi: carpino nero, pino d’aleppo, corbezzolo, leccio, acero, orniello e roverella.

Si inizia da Spoleto attraversando il ponte delle torri, il fortilizio dei condotti e quindi il sentiero che raggiunge il crinale da dove si prende a sud-est verso il fosso della Valcieca che conduce all’omonima valle boscosa.

Arrivati al fondo della valle si attraversa un ruscello e si risale verso il valico di Castelmonte.

Una volta raggiunta l’altura si sale su un ripido sentiero sulla destra che porta sulle falde di Monte Patrico e alla frazione di Patrico.

Continuando ci si dirige al piccolo insediamento de Le Aie ed a quello di Le Porelle da dove si prende a sinistra la strada che porta a Monteluco e quindi al punto di partenza ancora a Spoleto sul ponte delle torri.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Piemonte, Alpe Solcio: con le ciaspole al Rifugio Crosta in Val d’Ossola

Abruzzo: in bici sulla Bike to Coast, 131 km di ciclovia sul mare Adriatico

Val di Fiemme, ciaspolata verso il Passo di Colbricon