Itinerario dell’Alta Via dei Parchi: escursione da San Pellegrino in Alpe al Lago Santo – Tappa 7

20 maggio 2017 - 12:29

Un itinerario fra Emilia-Romagna, Toscana e Marche, che unisce due Parchi nazionali, cinque regionali e uno interregionale riassumendo in sé il meglio che le montagne appenniniche sanno offrire: circhi glaciali, laghi immersi nello splendore delle praterie d’alta quota, sterminate foreste, limpidi torrenti e spettacolari falesie di gesso.

Qui vi presentiamo la tappa nr 7 – Da San Pellegrino in Alpe al Lago Santo, questa tratto dell’Alta Via attraversa il Parco regionale Alto Appennino modenese e ha come terminale il rinomato lago Santo.

 

Da San Pellegrino la mulattiera guadagna quota nel bosco fino al Giro del Diavolo, dove la bella strada forestale corre sul versante toscano fino al valico della Bassa del Saltello. Usciti dal bosco si rimonta il monte Romecchio, seguito dal colle delle Vacche dove inizia l’aereo percorso di cresta delle Cime di Romecchio. Sul versante modenese si notano conche ricche di acquitrini che sovrastano le vaste faggete del rio delle Fontanacce, più lontano si staglia il bizzarro profilo ofiolitico del Sasso Tignoso. La salita alla cima dell’Omo (m 1858) è faticosa ma ripagata dall’ampia vista; al successivo valico, il colle Bruciata, si lascia il crinale che sale al monte Giovo per il grandioso anfiteatro glaciale delle Fontanacce, disseminato di blocchi morenici e ricco di sorgenti. Attraverso le pietraie dei Campi di Annibale si giunge al passo Boccaia, quindi una breve discesa nel bosco porta al lago Santo: sulle rive si trovano ben quattro rifugi. La strada che risale la valle delle Tagliole termina nel parcheggio a un quarto d’ora di distanza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monte Cusna: il gigante buono del Parco

La Pista ciclabile dell’Adige: Trento – Rovereto – Borghetto

Passeggiata al Lago di Braies