Prati di Logarghena in mtb

20 maggio 2018 - 12:20

I prati di Logarghena si adagiano sui più alti versanti del Monte Braiola, elargendo ampi panorami sulla Lunigiana, la Valle del Magra, le Alpi Apuane e le cime dell’Appennino dominate dal Monte Marmagna. Queste distese prative nel Novecento erano sfruttate per l’alpeggio degli ovini, in particolare della capra zerasca, endemica di questi luoghi. Oggi, i Prati di Logarghena sono soprattutto una meta per i gitanti che desiderano ammirare ampie distese  di giunchiglie fiorite, alla tarda estate, punteggiati dalle diverse varietà di funghi. Alcuni sentieri permettono di raggiungere da qui il Monte Orsaro, il Monte Marmagna ed il Lago Santo Parmense, attraverso le diffuse brughiere di mirtilli e facendo sosta nei vari rifugi e bivacchi nella zona: il Rifugio Mattei, il Rifugio Mariotti e la Capanna Tifoni.

Si attraversa l’abitato di Ceretoli, dopo 300 metri si affronta lo sterrato che si può dividere in due parti. Il primo tratto non presenta pendenze impegnative e, nel primo chilometro e mezzo la strada sale di soli 55 metri di dislivello per una pendenza media del 3,6%. Nel secondo tratto, sempre sterrato, che porta a Dobbiana (m 525), la distanza coperta è più o meno la stessa e il dislivello ancora minore (25 metri circa). A Dobbiana si percorrono 400 metri di strada asfaltata, per poi prendere sulla sinistra la sterrata fino ai Prati di Logarghena (m 920). Questo tratto, completamente immerso nel bosco, sale con una pendenza media del 7%, con punte che arrivano fino al 10.

 

Una volta raggiunta Logarghena dalla strada principale si svolta a sinistra fino al “Monumento”, situato in prossimità del bivio per il Rifugio Mattei (m 980). I 1700 metri che ci dividono dal rifugio costituiscono l’ultimo e più impegnativo tratto del percorso, con fondo sconnesso e forte pendenza. Il rientro a Pontremoli avviene lungo il medesimo itinerario della salita.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo

Parco Nazionale d’Abruzzo: itinerari e percorsi nel parco

Trekking alle Cinque Terre: il sentiero da Riomaggiore a Monterosso al Mare