Da Sant’Anna Pelago a Pievepelago nel Parco del Frignano

20 maggio 2018 - 12:43

Foreste, montagne, laghi: le mille sorprese dell’appennino emiliano in questo itinerario con partenza da Sant’Annapelago.

L’itinerario si sviluppa prevalentemente su strade forestali o vicinali a basso traffico, raggiungendo in poche ore l’abitato di Pievepelago. Nel tratto centrale, dalla borgata de Le Vaccherecce al Santuario di Monticello, l’itinerario ripercorre la vecchia strada comunale che collegava Sant’Anna Pelago con Pievepelago.

Questa strada oggi si presenta come una mulattiera nel bosco caratterizzata ai lati da lunghi muretti a secco e a tratti dalla pavimentazione originaria.

 

Al termine di questo tratto appare come d’incanto il Santuario di Monticello, edificato a metà dell’Ottocento, che secondo la tradizione venne costruito sul luogo di un’apparizione della Madonna avvenuta nel Seicento.

In seguito alla sua edificazione avvenuta nel 1848 l’edificio venne più volte rimaneggiato, anche in modo sostanziale, fino ad ottenere l’assetto attuale.

L’ultimo tratto che conduce in paese è caratterizzato da ampie e belle vedute sulla Valle del Pelago e sulla frazione di Sant’Andrea Pelago posto sul versante opposto della valle.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo

Trekking alle Cinque Terre: il sentiero da Riomaggiore a Monterosso al Mare

Monte Cusna: la vetta più alto del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano