Valsesia e val Mastallone: anello di San Gottardo

Un migliaio di anni fa, i walser colonizzarono alcune vallate italiane, in Ossola, Sesia e Val d'Aosta. Nel 2000, Matteo lascia la città, per trasferirsi a San Gottardo, villaggio della Val Mastallone di 14 abitanti e aprire il Rifugio dei Walser.

20 maggio 2020 - 12:23

San Gottardo (A Runt, in walser) è probabilmente la più antica frazione dei 15 nuclei di Rimella, un’insieme di case e strette vie pedonali, dominate dal Campanile e con lo sfondo delle docili montagne della val Mastallone, laterale della Valsesia dalla quale si stacca all’altezza di Varallo.

I fondatori giunsero nel XIII secolo da Macugnaga. La strada che giunge a pochi passi dal paese è recente; pochi anni fa si fermava a Sella.

Si fiancheggia la chiesa, si passa in fianco al Rifugio dei Walser (info, ristoro e pernottamento) e si esce dal paese, deviando a sinistra lungo sentiero che conduce con breve salita all’Alpe Selle, insieme di baite in legno, con bel panorama sul fondovalle.

Si prosegue ignorando il sentiero per Wan e Werch per continuare lungo il nr 180 e GTA.

Si sale, toccando alcuni alpeggi, sino ad un bivio, ove si ignora la deviazione per la Bocchetta di Campello (raggiungibile in 1 ora), per continuare sulla destra verso l’Alpe Pianello (m 1801; 1,45 ore da San Gottardo), ancora utilizzata in periodo estivo.

Il Cai di Borgomanero ha attrezzato una baita come punto di ristoro, con alcuni posti letto (aperto generalmente nei fine settimana estivi).

Si prosegue ora in ripida discesa su sentiero non sempre evidente e a tratti lungo tracce sino alle strutture dell’Alpe Ratte (m 1694) e, successivamente, all’Alpe Rondeccia (m 1564).

Si scende ancora con alcuni tornanti sino ad entrare in zona di rado bosco e giungere al torrente e, poco dopo, a San Giorgio (m 1410) per ricongiungersi al sentiero d’andata e tornare a San Gottardo (1,30 ore da Pianello).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monte Cusna: il gigante buono del Parco

La Pista ciclabile dell’Adige: Trento – Rovereto – Borghetto

Passeggiata al Lago di Braies