Piemonte: trekking tra i larici del Bosco delle Navette

Camminiamo nel Bosco delle Navette, nel Parco del Marguareis, immersi tra gli antichi larici, un tempo utilizzati per la costruzione delle imbarcazioni liguri.

18 ottobre 2021 - 9:20

Bosco delle Navette: i larici utilizzati per le imbarcazioni liguri

Il Bosco delle Navette si chiama così perché i suoi larici erano un tempo utilizzati per costruire barche e navi nella vicina costa ligure.

Oggi fanno parte del Parco del Marguareis e ne incantano i visitatori, vestendosi di morbidi aghi verde brillante in primavera e incendiando di colore la testata della Val Tanaro d’autunno.

Si tratta di uno dei più grandi ed interessanti boschi delle Alpi Occidentali.

Il bosco, non più utilizzato, è la dimora di una ricca fauna di camosci, caprioli, galli forcelli. Di recente ha fatto la sua ricomparsa il lupo, dopo aver risalito la catena appenninica.

L’itinerario: in cammino tra i larici

Dal comodo posteggio in prossimità di un’area attrezzata, si inizia il cammino sulla strada sterrata che, con buona pendenza, attraversa questo versante del Bosco delle Navette, che presenta il tipico lariceto dalle piante alte e dal ricco sottobosco.

Al termine della salita, si incrocia la strada ex-militare “Limone – Monesi”.

Si prosegue a sinistra percorrendo inizialmente un tratto pianeggiante e successivamente un tratto in discesa scavato nella roccia.

Continuando a scendere, si raggiunge un’ampia curva a destra, caratterizzata dalla terra rossiccia, tipica della zona.

In questo punto si abbandona la strada e si prosegue a sinistra guadagnando in pochi metri di salita la cresta in direzione Nord-Est, dove si nota subito una stretta ma evidente traccia.

Si continua, sempre immersi nel bosco, sulla cresta fino a giungere ad una piccola sella prativa. Da qui si avanza sulla prosecuzione della cresta e poco dopo si raggiunge la Colletta delle Salse, punto panoramico sulla Liguria e il mare.

Dal colle, spalle alla cresta appena percorsa, si prosegue a sinistra in discesa su asfalto raggiungendo in pochi minuti il Ponte del Giaireto.

Scopri gli altri itinerari e percorsi in Piemonte
Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Costiera Amalfitana: il Sentiero degli Dei

Toscana, Valdelsa: trekking da San Gimignano a Castelvecchio, tra natura e storia

Piemonte, trekking nel Monferrato: Borgomale tra i colori e sapori d’autunno