Valle d’Orcia: a Contignano e Radicofani i secoli ci guardano

20 maggio 2017 - 19:50

Un centinaio di metri fuori dal centro storico di Contignano una carrareccia scende al fosso delle Truciole…

Lo si costeggia fino all’Orcia e, occhieggiata l’antica pieve romanica di S. Pietro in Campo, si cammina “controcorrente” sulla sinistra idrografica del fiume. Guadata l’Orcia in prossimità del Pian del Re la via confluisce al Km 18 della strada per Radicofani; oltrepassato il ponte, la via sale a sinistra, sul crinale, tra calanchi avvicendati a lecci e ginestre. Giunti al Casolare Sansano (460 m) si scende lungo il torrente Socenna e, una volta attraversata la strada asfaltata, si prosegue lungo la pista per il Podere Migliari (523 m).

Dissetati alla fonte Antese, si affrontano le ultime decine di metri di dislivello che dividono il gitante da Radicofani e dalla sua rocca. Il restauro, contestato da più parti non fa scemare il desiderio di ammirare il panorama sconfinato, a 360°, che si apre dalla sommità della rocca. Questa non è l’unica attrattiva della cittadina; bellissima è la facciata del Palazzo Pretorio (con murati gli stemmi in travertino dei Podestà senesi) e le stupende terracotte robbiane delle chiese di Sant’Agata e di San Pietro.

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

La traversata del Gran Sasso

L’incanto delle Dolomiti: l’anello delle Tre Cime di Lavaredo

Dolomiti: Cima Rosetta e traversata delle Pale di San Martino