Acqua, laghetti e ghiacciai in Val Formazza

20 maggio 2017 - 20:10

Dall’Albergo Cascata del Toce si segue il sentiero che si snoda sulla destra della valle, prima pianeggiante e poi in sensibile salita sino a Frua di Sopra.

Si continua sulla destra, in mezzo alla vegetazione che costringe a camminare su un percorso obbligato, alzandosi dapprima in diagonale e poi con qualche tornante fino alla Valle dell’Alpe Ghigel (m 2132).

Dirigendosi verso le baite, si prosegue a sinistra alzandosi in diagonale, congiungendosi poco più avanti con un canale di gronda.

Si contorna il fianco sinistro della vallata, superato un dosso si scende ad attraversare il torrente (Rio Scelp), con brevi tornanti ci si alza di quota raggiungendo un dosso che conduce ad una zona ricca di placconate rocciose.

Si continua a salire volgendo verso la valle aperta. In mezzo a facili placconate, aiutati da rari segni di vernice e da qualche ometto, si raggiunge il Lago Nero (m 2428).

Il rientro è sul percorso di salita sino all’Alpe Ghigel; da qui si sale a mezza costa, per guadagnare un dosso, si prosegue su ampio sentiero che costeggia la riva del Lago Kastel (m 2216). Al termine del lago si segue la strada agro-silvo pastorale che in breve conduce nella piana di Val Toggia dove si trova il Rifugio Maria Luisa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo

Trekking alle Cinque Terre: il sentiero da Riomaggiore a Monterosso al Mare

Monte Cusna: la vetta più alto del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano