Fotografare in Val Roseg – Engandina

20 maggio 2018 - 16:23

La Val Roseg è luogo imperdibile per chi si reca in Engadina

La camminata lungo il fondovalle è semplice, adatta a tutti e consente di entrare in contatto con una natura varia, di vedere animali come scoiattoli e uccelli passeriformi (cincia, pettirosso, picchio muratore, ecc). Questi ultimi sono tanto confidenti da beccare i semi dalle mani dei turisti. Frequente anche l’incontro con gruppi di cervi e camosci. Da fotografare!

Si parte dalla stazione della Ferrovia Retica di Pontresina, sia arrivando in treno, sia in auto (ampio parcheggio a pagamento). Cartelli gialli indicano la direzione per la Val Roseg.

Si cammina nel bosco sulla strada innevata, oppure lungo il sentiero che si snoda sul versante orografico destro che, verso la fine, si ricongiunge con la principale.

Giunti al Hotel Roseggletscher (1999 m; Hotel Roseg) è possibile rilassarsi, grazie all’ampia terrazza panoramica, oppure proseguire verso le numerose mete che dipartono da qui.

Variante: Giunti all’Hotel Roseggletscher conviene camminare ancora per una ventina di minuti verso la testata della valle, sino a giungere in vista delle cime del Bernina e del Piz Roseg, oppure continuare sino al Lago del Ghiacciaio (Lej da Vedret; 2161 m; 1,15 ore dall’hotel; + 162 m).

Escursione semplice, pista innevata e battuta; ciaspole non obbligatorie

Testo e foto di Cesare Re

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Garfagnana Trekking: tutte le tappe

La traversata del Gran Sasso

L’incanto delle Dolomiti: l’anello delle Tre Cime di Lavaredo