Orsiera Rocciavrè: i geositi della Val Sangonetto

20 maggio 2019 - 16:27

Una passeggiata per racchette da neve in Val Sangonetto, nel cuore del Parco Naturale Orsiera Rocciavrè.

Dall’abitato di Coazze si raggiunge la località Sangonetto e si prende la strada sulla destra, prima del ponte sul Sangone, raggiungendo la borgata Tonda (m 1138), dove è possibile parcheggiare l’auto.

Descrizione: dal primo tornante dopo la borgata, si imbocca il sentiero in piano, a fianco di una bacheca con un pannello sul percorso dei geositi della Val Sangonetto. Si attraversa poi un piccolo rio e si continua in piano fino ad un secondo rio, successivamente il sentiero inizia a salire in un bosco misto di latifoglie, passando vicino alle baite delle Prese ‘d Mamel, raggiungendo infine la borgata Dogheria, ultimo gruppo di case un tempo abitate tutto l’anno, ora completamente abbandonate.

Si toccano poi le baite della Sisi, suddivise in tre gruppi con al centro la fontana della Sisi, nei pressi della quale si trovano due tavoli con panche in legno.

Poco dopo le ultime case, sulla sinistra, vi è un leggio in legno del percorso dei geositi che illustra le caratteristiche dell’anfiteatro morenico del Palè: da qui la vista spazia sulla parte medio-alta del vallone del Sangonetto.

Dopo un tratto quasi pianeggiante si raggiunge la radura del Roc dou Jas, altro sito di interesse geologico, in quanto trattasi di un masso erratico con un curioso spuntone pressoché staccato dal resto del masso e parzialmente ruotato.

Ancora una piccola salita e si arriva sul greto del rio Pairent (attraversamento possibile anche quando è in piena grazie ad un ponte in legno), lo si supera e si prosegue sul sentiero nr.420 e si entra nel Parco naturale Orsiera-Rocciavrè.

Poco dopo si raggiungono gli ampi pascoli di Pian Gorai (m 1422), meta del nostro itinerario, da dove è possibile ammirare le vette della testata del vallone Sangonetto. Lungo tutto l’itinerario non è difficile osservare le tracce nella neve di caprioli, volpi, cervi e camosci.

Informazioni utili:

Parco Naturale Orisera Rocciavré, sede di Coazze: Tel. 011.9340322

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

In forma per le camminate invernali!

Pale di San Martino: le Dolomiti a 360 gradi

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo