Sappada, la valle del sole

18 marzo 2020 - 9:49

Facile e breve gita, ideale per prendere confidenza con gli attrezzi, che percorre i soleggiati pendii a monte delle borgate di Sappada Vecchia.
Si parte dalla borgata Cretta e ci si porta alla soprastante Casa/Museo. Da qui si prosegue in direzione ovest, si attraversano i solchi del rio Fauner e del rio Puiche e si sale a raggiungere il “Cristo della borgata Soravia”, una delle innumerevoli e suggestive testimonianze della fede religiosa dei sappadini, disseminate per tutta la valle. Si oltrepassa la seggiovia per Sappada 2000 e in un ambiente prativo più aperto si raggiungono, al limite del bosco, la cappella e le tre croci che segnano l’arrivo del Calvario. Si scende sull’opposto versante lungo il sentiero a tornanti che raccorda le 15 cappelline, si supera su di un ponticello il rio del Mulino (Muhlbach) e si arriva sulla strada carrozzabile all’altezza del Museo Etnografico tra la borgata Muhlbach e la borgata Bach, subito a monte del Parco dei Daini.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valle d’Aosta selvaggia: trekking al Lago di Lolair in Valgrisenche

Santa Severa: trekking sul mare etrusco alla scoperta dell’antica Pyrgi

Ciclabile “Sulle tracce degli Etruschi”: dall’Adriatico al Tirreno sulle tracce dell’antica civiltà