SENTIERO LIGURIA: da Villa Hanbury a Ventimiglia

20 maggio 2019 - 16:14

Il Sentiero Liguria permette di rivivere a distanza di anni le atmosfere rivierasche che spinsero i viaggiatori stranieri dell’Ottocento – all’epoca non si chiamavano ancora turisti – a scegliere la regione come luogo di villeggiatura grazie ai suoi climi temperati, alla vitalità dei suoi centri e alle sue bellezze naturalistiche.

Il Sentiero Liguria inizia il suo lungo percorso ad arco a pochi metri dal confine di Ponte San Ludovico. Immergendosi da subito in scorci altamente scenografici, si attraversa la zona dei Balzi Rossi, una suggestiva parete di roccia calcarea alta più di 100 metri. Appena al di sotto della falesia si sviluppa il Museo Preistorico dei Balzi Rossi, che consente la visione delle omonime grotte in cui furono ritrovati preziosissimi resti di epoca paleolitica.

Dal complesso museale, il percorso prosegue poi su strada sterrata lungo costa fino alla Galleria Dogana. Dopo aver percorso su marciapiede un tratto della statale costiera, si prosegue verso Ventimiglia arrivando in prossimità dei giardini botanici di Villa Hanbury, sul promontorio di Mortola.

Capo Mortola è inoltre classificato Sito di Importanza Comunitaria grazie alla grande ricchezza di biodiversità che risiede sia sotto il pelo dell’acqua che sulla porzione costiera. Il sentiero continua su una strada privata per una decina di metri, dopodiché si attraversa la ferrovia con un sottopasso e si giunge di nuovo su Corso Francia.

 

Route 2.853.570 – powered by www.wandermap.net

Dalla strada asfaltata si scende per circa un chilometro attraversando piccole strade – che offrono diversi punti di accesso alla costa – per poi accedere alla località di Ville di Latte all’altezza di un cavalcavia ferroviario. Da qua si percorre via Romana e si raggiunge in pochi metri Corso Toscanini. Si prosegue verso il centro di Ventimiglia Alta, arroccata su un’altura, salendo da Piazzale Funtanin alla Cattedrale dell’Assunta per via Garibaldi.

Costruita tra il XI e il XII secolo, la chiesa principale di Ventimiglia fu restaurata completamente alla fine degli anni ’60. La prima tappa termina quindi nei pressi dei giardini pubblici, situati in Lungo Roia Girolamo Rossi, a pochi passi dal punto in cui il torrente sfocia nel Mar Ligure.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

La traversata del Gran Sasso

L’incanto delle Dolomiti: l’anello delle Tre Cime di Lavaredo

Dolomiti: Cima Rosetta e traversata delle Pale di San Martino