10 righe 10 sulle Gole dell’ALCANTARA

18 marzo 2020 - 8:57

La roccia, l’acqua, il cielo: questa gola, lunga mezzo chilometro, è stretta tra due alte pareti nere formate da durissimo basalto contraddistinto da affascinanti forme prismatiche.

Un tratto di questo canyon, originatasi da una colata lavica fuoriuscita un piccolo cratere a nord dell’Etna, è oggi facilmente accessibile; percorrerla da maggio a settembre, muniti di stivali-salopette (l’acqua è freddissima), significa assistere a uno spettacolo veramente unico, trasmesso dai giochi di luce che si riflettono sulle nere strutture geometriche che si ergono una di fronte all’altra e si rincorrono verso il cielo.

Come arrivare: A 18, uscita Giardini Naxos, SS 185, direzione Francavilla di Sicilia e dopo 12 km si raggiungono le Gole dell’Alcàntara.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trekking d’autunno: in cammino lungo i sentieri del vino

Val di Fiemme: in bici alla scoperta delle Dolomiti

La Via del Sale: un percorso sulla cresta dell’Appennino Ligure