Appennini d’autunno: itinerari e sentieri tra boschi e foreste

In autunno l'Appennino si trasforma in un mosaico di colori e sapori. Foreste, boschi e praterie diventano le destinazioni ideali per dei meravigliosi trekking autunnali. Ecco alcuni itinerari in meravigliose aree naturali.

18 ottobre 2021 - 10:51

L’Italia è uno scrigno di biodiversità, un paese ricco di ambienti molto diversi, che vanno dalle vetta alpine, passando per l’immenso patrimonio naturalistico della dorsale appenninica, fino ad arrivare alle coste e isole nel cuore del mediterraneo.

In autunno questo straordinario patrimonio naturale da il meglio di se.

Non solo per gli incredibili colori dei boschi, con le loro sfumature di rosso e di giallo, ma anche per i tanti prodotti della terra che in questa stagione arricchiscono le tradizioni culinarie di tante regioni.

In questo articolo proponiamo “a macchia di leopardo” itinerari diversi con lo scopo di offrire un primo spunto per visitare tredici regioni, ognuna ricca di emergenze naturalistiche, culture e tradizioni che tutto il mondo ci invidia.

Universo straordinario, l’Appennino, lungo 1350 chilometri, è la spina dorsale della penisola che unisce idealmente la corona delle Alpi al cuore del Mediterraneo.

A ottobre il cuore batte forte

Appennino, straordinaria e imponente colonna vertebrale dell’Italia.

Insieme ininterrotto di rocce, crinali e valli che dal Colle di Cadibona, punto ideale di congiunzione con le Alpi al confine tra Liguria e Piemonte, annega, dopo 1350 chilometri, nello stretto braccio di mare all’estrema propaggine meridionale della Calabria.

Proprio li dove Scilla e Cariddi terrorizzavano gli antichi naviganti, per poi riemergere ancora, subito dopo, nelle forme inconsuete del grande vulcano siculo, la montagna più alta d’Europa al di fuori dell’arco alpino, e infine perdersi per sempre nelle acque calde del Mediterraneo.

Un ecosistema che ha pochi uguali al mondo, per caratteristiche geologiche e floro-faunistiche, ma anche e soprattutto per l’insieme di culture e tradizioni umane che fanno del nostro Paese uno dei più variegati, interessanti e affascinanti luoghi del pianeta.

Nelle valli dell’Appennino, quando arriva l’autunno il cuore pulsa più veloce grazie alla riscoperta dell’incredibile patrimonio naturalistico e umano che questi territori mostrano agli escursionisti.

Natura, boschi e montagne, il tutto amalgamato dai colori caldi di ottobre, capaci di evocare emozioni uniche grazie all’armonia delle diverse tonalità e dei giochi di luce che si scoprono nei boschi attraverso angolazioni sempre diverse.

 

Camminare in autunno sull’Appennino: alcune proposte

Oggi ci facciamo guidare dai nostri passi attraverso i tesori conservati da questo universo che uniscono idealmente da nord a sud tutta l’Italia, in un tutto unico e solidale.

Impossibile raccontare analiticamente tutti i territori: gli itinerari di seguito presentati non hanno alcuna ambizione o pretesa esaustiva, si propongono semplicemente come ideale omaggio a tutti i territori d’Appennino, alle loro bellezze e alla loro unicità.

E vogliono essere uno spunto per le vostre camminate.

 >Parco Foreste Casentinesi: dove uomo e natura si incontrano

Val D’Orcia: trekking da San Quirico a Pienza e Bagno Vignoni

>Trekking nel cuore delle colline del Chianti

>I colori della Val di Chiana

Campania: il Cammino dell’Anima

>Taburno: verso Santa Maria in Gruptis

>Il Sentiero degli Agrifogli giganti

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

La Via del Volto Santo e gli antichi cammini delle Alpi Apuane

Camminare con vista sul Lago di Garda: 3 paesi da visitare

Trentino, Piemonte e Lazio: 4 trekking per avvistare i cervi