Lombardia d’inverno: 4 attività invernali alternative e dove praticarle

Alcune hanno un nome curioso, come snowtubing e fatbike. Altre, come lo sleddog, evocano avventure dal sapore antico. Sono attività outdoor invernali alternative alle ciaspole e allo sci, che richiamano in Lombardia un sempre maggior numero di appassionati. Vediamo in cosa consistono e dove si possono praticare.

28 dicembre 2022 - 7:00

Non solo sci e non solo ciaspole: outdoor invernale in Lombardia

Oltre allo sci e alle ciaspole, l’outdoor invernale offre innumerevoli altre attività, alcune delle quali poco note.

In molti casi gli appassionati non sanno dove praticarle ad un livello decente.

Vediamo i migliori posti per praticare snowtubing, sleddog, fatbike e pattinaggio in Lombardia.

1 – Snow Tubing, il rafting sulla neve

Si tratta di una sorta di rafting sulla neve, uno sport praticato con gommoni e molto divertente, anche per i più piccoli.

Si sale sulla cima delle piste con appositi tapis roulant, per scendere a grande velocità scivolando sulla neve a bordo di gommoni circolari.

In Lombardia è possibile praticare snow tubing a Livigno e Bormio in Valtellina, sul Passo del Tonale e in alta Valle Camonica.

Anche nel bergamasco in Val Seriana, nel comprensorio Presolana-Monte Pora è possibile divertirsi con lo Snow Tube.

>Snowtubing a Livigno

2 – Sleddog, sulla slitta trainata dai cani

Tra le esperienze più emozionanti da non perdere è la sleddog, un’escursione su slitta trainata da cani siberiani.

L’Husky Village di Valdidentro in Valtellina, e presso il Maniva sleddog in Maniva organizzano escursioni per tutti, dove sia grandi che bambini possono cimentarsi alla guida di una slitta trainata da una muta di cani (da 2 a 4), accompagnati da un istruttore.

Per chi vuole, alla Scuola di Sleddog del Passo Tonale c’è anche la possibilità di frequentare dei corsi specifici per imparare il mestiere del musher.

Sulle montagne bergamasche gli Spiazzi di Gromo in Val Seriana offrono la possibilità di cenare in rifugio come ad esempio al Rifugio Vodala, 1650 mt, con possibilità di salita e discesa con gattobus.

>Husky Village di Valdidentro

>Maniva Sleddog

3 – Fatbike, pedalare sulla neve

Gli appassionati di due ruote potranno scegliere di pedalare in montagna noleggiando le fatbike, sempre accompagnati da guide abilitate.

Queste biciclette, naturale evoluzione delle mountain bike, montano gomme e cerchi oversize rispetto alle bici tradizionali per pedalare in qualsiasi luogo e condizione, itinerari e pendii innevati soprattutto.

Le fatbike risultano essere talmente maneggevoli che chiunque sappia pedalare le può utilizzare, persino i bambini o i ciclisti inesperti, consentendo di affrontare percorsi estremi ma anche piacevoli gite in famiglia.

Dall’Alta Valtellina – Livigno, Santa Caterina, Bormio, Valdidentro – alla media Valle ad Aprica, fino in Valchiavenna a Madesimo e Campodolcino è possibile rivolgersi a strutture specializzate per il noleggio e l’accompagnamento.

In Valle Camonica i pendii innevati a bordo delle due ruote possono essere affrontati nel comprensorio Pontedilegno-Tonale dove si trovano due piste dedicate e numerosi percorsi fuori pista all’interno del bosco: un’occasione per vivere la montagna invernale in un modo originale e divertente.

>Fatbike a Pontedilegno

4 – Pattinaggio su ghiaccio: un classico dell’inverno

Per gli amanti del pattinaggio c’è l’imbarazzo della scelta.

Nel centro di Aprica, in Valtellina, si pattina su una grande pista all’aperto, fruibile anche di sera grazie all’impianto di illuminazione.

Il palazzetto del ghiaccio di Bormio, permette di praticare oltre al pattinaggio, anche le discipline di curling e hockey. A Livigno si pattina sul ghiaccio al parco divertimenti indoor Fun Park.

In Valle Brembana, Foppolo dispone di diverse strutture per il tempo libero, tra le quali la pista di pattinaggio.

Carona offre, invece, l’occasione di immergersi nella natura, con la pista di pattinaggio che costeggia l’anello dello sci di fondo attorno al laghetto.

Sempre in Val Brembana, si trovano il Palaghiaccio “Le Pinete”: una grande struttura coperta, aperta sia d’inverno che d’estate e per questo ospita spesso squadre di pattinatori per ritiri e gare; lo Stadio del ghiaccio di Schilpario e La Baitella di Songavazzo.

All’interno della ski area di Ponte di Legno – Tonale si può scegliere di pattinare su 3 piste: una all’aperto a Ponte di Legno, una in quota al Passo del Tonale e un anello coperto all’interno del palaghiaccio di Temù.

Sempre in provincia di Brescia si pattina a a Borno o a Montecampione. Anche nel comprensorio Monte Pora (BG) esiste un laghetto su cui si pattina in inverno.

>Pattinaggio su ghiaccio ad Aprica

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Cammino di Dante: un anello di 380 chilometri tra Ravenna a Firenze

Con le ciaspole vicino Milano: salita al Rifugio Capanna 2000 sulle Orobie

Yemen, isola di Socotra: un paradiso terrestre dalla storia antica