Camminare sulle isole: itinerari per un trekking in mezzo al mare

Un trekking vista mare non è un’esperienza che si scorda facilmente, soprattutto quando – raggiunta la vetta – davanti ai nostri occhi, le acque del Profondo Blu si perdono oltre l’orizzonte.

13 giugno 2021 - 13:52

Tra isole, isolotti, scogli e faraglioni, sono quasi 800 le isole italiane.

Dalla Laguna di Venezia a Pantelleria, il patrimonio insulare italiano racchiude spesso delle vere e proprie perle di natura incontaminata.

Nel silenzio, spazzate dal vento che alza la salsedine, gli arcipelaghi italiani sono da sempre rifugio perfetto per ristorarsi dalle fatiche quotidiane e conoscere un ambiente unico nel suo genere.

Le isole italiane sono annoverabili tra gli ambienti più protetti del Paese: dall’Elba a Pantelleria, dalle Tremiti all’arcipelago della Maddalena, sono cinque i parchi nazionali che tutelano le aree insulari, a cui si aggiunge un lungo elenco di parchi regionali e aree di tutela minori.

Scoprire il patrimonio insulare italiano significa lasciarsi stupire da luoghi autentici e scenografici, da piccoli borghi di pescatori che nascondo storie di vita circondate dalle acque, da universi quotidiani in cui non sono i semafori e le code in tangenziale a regolare i ritmi di vita, ma i flussi imprevedibili delle onde.

1 -Pianosa, passeggiata al Porto Romano

Inserita nello splendido contesto del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, l’isola di Pianosa è testimone di vicende di pirati, contadini e detenuti, intrecciate sullo sfondo di una natura meravigliosa che si sta lentamente riappropriando dei suoi spazi.

 

2 – La traversata dell’Isola d’Elba

Rimaniamo sempre nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano con un trekking plurigiornaliero alla scoperta dell’Isola d’Elba.

Settanta chilometri e più di 3.600 metri di dislivello per un percorso caratterizzato da splendide spiagge di sabbia e ghiaia che si alternano ad alte scogliere a picco su acque cristalline.

Massicci granitici immersi nella macchia mediterranea segnata da sentieri che dalla costa raggiungono i paesaggi tipicamente montani dell’entroterra…

 

3 – Capri, tra faraglioni e le Terrazze del Paradiso

Dalle stradine dell’omonima città, rinomata località di villeggiatura, l’isola si sviluppa con imponenti formazioni carsiche fino a raggiungere i 589 metri del Monte Solaro, da cui si ammirano le isole di Ischia, Procida e la costa della Campania.

Un itinerario per scoprire le bellezze di roccia della celebre isola campana.

 

4 – Tra le rocce di Ustica

Sbarchiamo in Sicilia, regione insulare circondata a sua volta da splendide isole. Ustica, situata a nord del capoluogo Palermo, non fa eccezione.

Dalla Torre Santa Maria ha inizio uno dei percorsi più affascinanti di Ustica: un itinerario facile che si affaccia su alcuni degli scorci più suggestivi dell’isola, dalle alte scogliere a picco sul mare alle grotte scavate nella roccia.

 

5- Marettimo: il sentiero di Punta Troìa

Marettimo è l’isola più impervia, verde e montuosa dell’arcipelago delle Egadi.

Una vera e propria oasi di bellezza dove abbandonarsi a escursioni indimenticabili, come il sentiero di Punta Troìaun percorso in salita sui monti che sovrastano la costa dell’isola regalando scorci da cartolina sulle numerose calette.

 

6 – Pantelleria: la Riserva di Punta Spadillo

Rotolando verso Sud, inseguendo il fascino di un’isola italiana tra Europa e Africa, nel cuore del Mediterraneo.

Un percorso nel nuovo Parco Nazionale di Pantelleria tra il blu del mare, il nero della roccia vulcanica e il verde intenso della macchia mediterranea.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, Valdelsa: trekking da San Gimignano a Castelvecchio, tra natura e storia

Svizzera, autunno meraviglioso in Val Roseg: trekking al Bosco delle Cince

Trentino e Piemonte: 4 itinerari autunnali nelle più belle foreste di larice