Trentino, Valsugana: una vacanza da vivere al ritmo lento della natura

La Valsugana è un angolo del Trentino, circondato dalle selvagge montagne del Lagorai e con un cuore fatto dell'acqua blu dei laghi di Caldonazzo e Levico. Un territorio ideale per una vacanza sostenibile all'insegna dell'outdoor, del gusto e del benessere.

19 luglio 2021 - 14:07

Vivere una vacanza in Valsugana è la scelta migliore per prendersi qualche giorno lontano dal quotidiano godendo dei ritmi di una natura varia ed accogliente.

Questo angolo di montagne trentine offre al visitatore un ampio ventaglio di esperienze da vivere, che vanno dal trekking fino all’arte contemporanea all’aria aperta.

Questo territorio presenta caratteristiche peculiari che lo rendono unico tra le vallate alpine.

Appena arrivati colpiscono immediatamente i due specchi d’acqua blu circondati dal verde dei boschi alpini: sono i laghi di Caldonazzo e Levico.

Appena si alza lo sguardo si mostrano in tutta la loro grandezza i massicci montuosi del Lagorai, la catena montuosa che domina la valle in cui avventurarsi a piedi o in mountain bike.

È presente anche il fiume Brenta, che attraversa il cuore della Valsugana ed è affiancato da una pista ciclabile di 50 chilometri ideale per scoprire le bellezze e i sapori di questo angolo di trentino.

Insomma, passare qualche giorno in questo territorio vuol dire vivere una vacanza in perfetto equilibrio tra attività outdoor, sport e relax.

Infatti, oltre alla montagna, agli sport acquatici e alla bicicletta, la cucina e il benessere sono gli altri protagonisti della Valsugana.

Una valle ospitale, in cui concedersi pause di gusto nei ristoranti tipici del territorio e recuperare energie fisiche nei bellissimi centri termali della zona.

 

Attività acquatiche in mezzo alle alpi

I laghi di Levico e Caldonazzo sono stati stati insigniti del prestigioso riconoscimento Bandiere Blu per la qualità delle loro acque.

Questi laghi alpini sono ideali da solcare a bordo di un SUP o in canoa, muovendosi lentamente al ritmo della propria pagaiata.

Un’esperienza immersiva e rilassante, per godere dei panorami che circondano questi specchi d’acqua mantenendosi, allo stesso tempo, attivi e in forma.

I più avventurosi possono provare il brivido del windsurf o della vela, planando sull’acqua spinti dai venti che spesso rinfrescano le estati della Valsugana.

> Scopri i laghi bandiera blu:

 

Le montagne del Lagorai: paradiso per il trekking

Siamo nelle meravigliose alpi trentine, dominate dai massicci del Lagorai, un vero paradiso per il trekking.

Infatti, queste valli selvagge e incontaminate sono perfette da esplorare a piedi, lungo la fitta rete di sentieri che le attraversa.

Ce ne sono di adatti a tutti, dalle escursioni più semplici, che si svolgono a quote basse e con poco dislivello, ai trekking più impegnativi e sfidanti, che salgono fino alle vette.

Quello che porta al Pizzo di Levico permette di ammirare incredibili panorami e di dominare l’intera valle.

Ci sono poi gli itinerari per osservare le testimonianze della grande guerra, tracciati che seguono antiche trincee e raggiungono le fortificazioni usate un secolo fa dai soldati al fronte.

Natura e storia, ingredienti per trekking ricchi di emozioni.

> Scopri tutti i sentieri del Lagorai:

 

Bicicletta regina della Valsugana

La bicicletta è senza dubbio una delle protagoniste dell’outdoor in Valsugana, poiché queste montagne sono attraversate da ben 300 chilometri di sentieri per le mountain bike.

Itinerari semplici, adatti alle famiglie, ma anche discese che attraversano i fitti e selvaggi boschi del Lagorai, per chi è alla ricerca di esperienze più adrenaliniche.

Ci si può muovere in bicicletta anche lungo gli 8o chilometri di piste ciclabili che attraversano il cuore della valle.

Tra queste, la più nota e suggestiva è senza dubbio la ciclabile della Valsugana, un percorso praticamente pianeggiante, che segue il corso del fiume Brenta e che conduce fino a Bassano del Grappa. Consigliato il rientro in treno per chi volesse fare l’escursione in giornata.

Durante la pedalata, oltre ad osservare gli incredibili scorci che circondano la ciclovia, si possono fare delle soste di gusto nei bicigrill lungo il percorso.

> Scopri le proposte per la bicicletta:

 

Le terme: una pausa di benssere

Dopo tante attività outdoor arriva anche il tempo per il riposo, godendo delle proprietà benefiche e antistress delle Terme di Levico e Vetriolo.

L’effetto benefico di queste terme è merito dell’Acqua Forte, che sgorga dal gruppo del Lagorai e ha riconosciuti effetti positivi sull’ansia, lo stress e le malattie dermatologiche.

Le Terme offrono anche percorsi di benessere fisico e mentale nella natura, ideali per chi vuole ritrovare l’equilibrio fisico e psichico.

L’acqua è protagonista di questa valle, sgorga dal Lagorai e da vita ai laghi della Valsugana e alle fonti termali che si trovano proprio nel mezzo dei due specchi d’acqua.

Un’acqua ferruginosa che, attraversando giacimenti metalliferi, si arricchisce di minerali come ferro, solfati, rame, arsenico che producono un’azione sedativa sul sistema nervoso.

> Scopri tutte le informazioni sulle terme:

 

Arte Sella: camminare tra le opere d’arte

Immaginate di essere tra gli imponenti alberi di un bosco secolare e di vedere intorno a voi sassi, tronchi e foglie che si uniscono dando vita ad opere d’arte contemporanee.

Questo è ciò che accade in Valsugana, ad Arte Sella: un luogo che rappresenta l’interazione creativa tra uomo e ambiente, una continua mutazione di forme e colori; dove i sassi, i rami, le foglie, i tronchi e la terra sono le materie prime delle opere d’arte che rimangono sul posto, per fondersi con la natura.

Dal 1986 in questo luogo hanno creato ed esposto le loro opere più di 300 artisti internazionali.

Un luogo dell’anima, perfettamente integrato nel paesaggio naturale di questo angolo di Alpi, che segue lo scorrere delle stagioni.

Il percorso Artenatura è un itinerario di scoperta delle opere e degli alberi monumentali di Arte Sella, arricchito da Malga Costa, uno spazio espositivo e culturale.

> Scopri la meravigliosa Arte Sella:

 

 

Valsugana: un territorio sostenibile per vacanze a basso impatto

Il turismo, specie quello di massa, ha un impatto sugli ecosistemi, spesso li stravolge, per il poco rispetto che gli operatori riservano all’ambiente.

Non in Valsugana però, una vera green destination, meta certificata per il turismo sostenibile secondo gli standard GSTC (Global Sustainable Tourism Council).

Un modello di turismo sostenibile che riesce a coniugare vacanze verdi e lente con il benessere delle comunità locali, grazie a innovative politiche ambientali, per la sostenibilità sociale e economica.

Per mantenere questa certificazione la Valsugana deve rispettare ben 108 parametri che rappresentano i 17 obiettivi di sostenibilità indicati dalle Nazioni Uniti.

Per raggiungere questo obiettivo tutti i soggetti del territorio hannocollaborato; le amministrazioni locali, i residenti e l’intera comunità locale si è mossa insieme per mettere in campo azioni mirate alla sostenibilità, alla cura dell’ambiente, del paesaggio e alla tutela della biodiversità.

> Scopri i principi di una vacanza sostenibile:

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Svizzera, autunno meraviglioso in Val Roseg: trekking al Bosco delle Cince

Trentino e Piemonte: 4 itinerari autunnali nelle più belle foreste di larice

Appennini d’autunno: itinerari e sentieri tra boschi e foreste