Val di Ayas: ciaspole in Mascognaz

20 maggio 2018 - 16:29

Mascognaz, tipico villaggio Walser dalle casette di legno e pietra, in parte ristrutturato. Trovandosi esposto a ovest, si trova soggetto a bruschi cambiamenti di sole-ombra, creando suggestivi giochi di ghiaccio.

Nel centro di Champoluc si supera un ponte a destra e si può parcheggiare alle spalle dell’Ufficio Informazioni Turistiche, dove si trova la palina segnaletica che ci porta ad uscire dal paese fino a superare il torrente che seguiremo per poco.

Abbandonato l’argine, si punta a destra, sfiorando la base di una parete rocciosa, e si prosegue facilmente nel bosco fino a raggiungere un poggio da cui si apre la vista sull’abitato di Champoluc. Poco distante si trova un primo pilone votivo.

Proseguendo alle spalle di questo, si incontra un secondo pilone (piuttosto anonimo) e si prosegue nel bosco fino a spuntare nei vasti pascoli antecedenti il villaggio.

Il sentiero li affronta con un’ampia curva a sinistra, ma è possibile anche tagliarli direttamente, affrontando con decisione la salita. Un ultimo pilone votivo ben dipinto anticipa le case di legno tipiche di Mascognaz, una borgata in cui perdersi alla ricerca di particolari sia architettonici, sia naturali grazie alle formazioni di ghiaccio che costellano i tetti.

La borgata è raggiungibile anche da una strada sterrata che compie un giro più largo, ma più graduale. Questo tracciato, tuttavia, è meno interessante con le ciaspole poiché viene spesso battutto per permettere il passaggio delle motoslitte.

Testo di Annalisa Porporato / Foto di Franco Voglino

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

In forma per le camminate invernali!

Ramponi: quali sono i migliori per i trekker

Dove e come piantare la tenda