Camminare d’estate: i pantaloni leggeri da trekking

Eravamo indecisi se dedicare questo articolo esclusivamente agli shorts. Un rapido giro nella rete però ci ha convinto a più miti consigli.

24 luglio 2021 - 13:51

Sui pantaloni corti il dibattito è acceso!

C’è chi ne decanta le doti di leggerezza e comodità, soprattutto quando si affrontano le camminate nei mesi estivi, e c’è chi li vede come fumo negli occhi e non li metterebbe neppure per farsi un giro attorno all’isolato, figuriamoci per un’escursione!

Gli shorts sono un argomento molto discusso ed evidentemente c’è persino chi non li considera affatto un indumento adatto per il trekking.

Quindi abbiamo deciso di ampliare la categoria, dando un’occhiata a tutti quei tipi di pantaloni (lunghi, corti, a mezza gamba o modulabili) che possono essere interessanti per l’utilizzo nel corso delle gite estive.

La leggerezza prima di tutto

Se si parla di pantaloni per l’estate questa deve essere la prima qualità di cui tener conto.

Leggerezza è una questione di peso specifico del tessuto, ma pure una sensazione: l’impressione di non avere niente addosso, niente che faccia sudare, che sfreghi sulle gambe o limiti i movimenti.

Questo mette subito fuori gioco gli intramontabili jeans, ma anche le tute da ginnastica in sinteticone lucido stile hip hop e pure quelle fashion di cotone, col cavallo basso e la gamba stretta.

Meglio puntare su pantaloni (lunghi o corti che siano) realizzati con un tessuto leggero in fibre traspiranti e idrofughe, ideali per allontanare il sudore dalla pelle e per asciugare rapidamente in caso di un acquazzone estivo.

 

State comodi!

Ovviamente le comodità non dipende solo dal tipo di tessuto.

Il “taglio” del pantalone qui è fondamentale. Le aziende di settore di solito lavorano con un know-how consolidato, affiancate da tester affidabili e mettono sul mercato pantaloni con tutti gli accorgimenti necessari per non ingombrare nei movimenti.

Voi però non fidatevi troppo, perché ciascuno è fatto a modo suo e, mentre fate l’acquisto, oltre a rimirare nello specchio quanto siete belli con le vostre nuove braghe, fate un po’ di ginnastica: corsa sul posto a ginocchia alte, piegamenti a ginocchia larghe tipo rana, ecc.

Forse ci farete la figura dei matti, ma vi accorgerete subito se quelli sono i pantaloni che fanno per voi oppure no.

Sull’eterno dilemma “calzoni aderenti o calzoni larghi?”, c’è poco da dire.

È una questione di sensazioni personali: a qualcuno piace l’effetto “fasciante” del pantalone elasticizzato, che non svolazza in giro al primo soffio di vento, ad altri piace il “senso di libertà” che dà il pantalone largo.

 

A cosa rinunciare?

Se davvero volete puntare tutto su leggerezza e comodità, di qualcosa dovete pur fare a meno.

Rispetto ai capi più “strutturati” e pensati per escursioni più impegnative, qui si può fare a meno di qualche tasca (non di tutte!).

Anche le parti di tessuto rinforzato (ginocchia e sedere) non sono indispensabili e, infatti, diversi modelli non le  prevedono.

Alcuni modelli eliminano anche la cintura in vita (solitamente integrata nei pantaloni da trekking più pesanti), preferendo ad essa una comoda fascia elastica.

 

Shorts: le ragioni del sì e quelle del no

Torniamo infine all’annosa questione dei calzoni corti.

I sostenitori del sì li amano, ovviamente, per la libertà e la freschezza che garantiscono durante le escursioni nei caldi giorni estivi.

I crociati del no mettono in guardia dal fatto che, durante un escursione, le condizioni meteo e il clima possono cambiare rapidamente e i calzoni corti non sono la cosa migliore per offrire un minimo di protezione termica agli arti inferiori.

 

Le gambe scoperte inoltre sono più esposte ad altri “rischi” ambientali non certo trascurabili, come contatto con pietre, rovi o erbe urticanti, punture di insetti, morsi di zecca, ecc.

Una soluzione salomonica potrebbe essere quella dei pantaloni modulabili che, grazie alle zip sulla gamba, consentono di passare velocemente dalla versione short a quella in lungo e viceversa, a seconda del clima e delle condizioni del terreno su cui ci si avventura.

Unico inconveniente: a qualcuno può dare fastidio la zip attorno alla coscia.

Come sempre: a voi la scelta del capo che più vi aggrada e che meglio risponde alle vostre esigenze.

Noi ci limitiamo a proporvi una panoramica di alcuni fra i capi più interessanti oggi proposti dalle aziende specializzate.

 

Ecco alcuni modelli consigliati:

 

Izas Cris Pants

Linee essenziali per questo pantalone da donna, comodo e con accorgimenti utili per l’escursionista, come le tasche con zip e la cintura integrata.

Scheda tecnica:

  • Tessuto Mount Stretch elasticizzato, idrorepellente e traspirante (96% Nylon + 4% elastan 140gr / m2)
  • Eccellente resistenza all`acqua
  • Cinque tasche

_ Disponibili online su Amazon:

 

 

Karpos Noghera

Bermuda leggero e traspirante, è adatto per chi ama viaggiare. Il Noghera è un bermuda morbido e fresco, ti permette di affrontare lunghi viaggi nel massimo comfort.

Realizzato in tessuti K-Stretch con trattamento WR aiuta a respingere l’acqua e lo sporco dalla superficie del tessuto. Realizzato in un unico tessuto.

Scheda tecnica

  • Cintura aperta con zip, regolazioni elastiche sui fianchi.
  • Zip minimal con garage per le tasche.
  • Tasca sul fianco porta mappa
  • Tasca dietro chiusa con zip.

_ Disponibili online su Amazon:

 

 

Salewa Fanes Seura Shorts

I pantaloncini Fanes Seura Shorts sono realizzati in materiale leggero ad asciugatura rapida e resistente alle abrasioni.

Il tessuto con protezione solare UPF 50+ è finito con trattamento idrorepellente DWR.

Sono corredati di un totale di sei tasche dove riporre tutti i piccoli strumenti di cui si ha bisogno lungo il percorso.

Scheda tecnica

  • Cintura semielasticizzata preformata con inserti stretch
  • 2 tasche anteriori
  • Tasca piatta laterale con cerniera
  • 2 tasche posteriori

_ Disponibili online su Amazon:

Columbia Silver Ridge

Pantaloncini resistenti e versatili, asciugano in fretta e proteggono dal sole grazie al fattore di protezione UPF 50, garantendo ore di attività confortevoli, asciutte e protette all’aria aperta.

Scheda tecnica:

  • Protezione solare Omni-Shade UPF 50
  • Cintura esterna regolabile
  • Bordatura rinforzata
  • Tasca di sicurezza con chiusura a cerniera

_ Disponibili online su Amazon:

 

Columbia Saturday Trail Convertibili

Resistenti e con tecnologia che respinge macchie e raggi solari, questi pantaloni offrono comfort e protezione nei vari utilizzi all’aperto e, grazie alle gambe staccabili, si adattano a tutte le condizioni ambientali.

Scheda tecnica

  • Omni-Shield™ altamente idrorepellente
  • Protezione solare Omni-Shade™ UPF 50
  • Tessuto elasticizzato confortevole in due direzioni
  • Pantaloni con gambe staccabili, convertibili in pantaloncini con lunghezza interna di 25 cm
  • Bordatura rinforzata
  • Tasca di sicurezza con chiusura a cerniera

_ Disponibili online su Amazon:

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Giacche invernali da montagna: le migliori per trekking e alpinismo

Black Friday: le migliori offerte per il trekking e l’outdoor

Prendersi cura del piede durante trekking e cammini