App per il trekking: le migliori per utilizzare il telefono come navigatore

Durante un trekking lo smartphone non è utile solo per postare una foto, ma può diventare un utilissimo strumento per orientarsi sul sentiero. Ci sono diverse APP che trasformano il nostro device in un navigatore GPS per seguire il tracciato degli itinerari.

7 luglio 2021 - 15:40

Quando si organizza un trekking, una delle prime cose da fare è scegliere l’itinerario giusto da fare.

Una decisione fondamentale per scegliere sempre un percorso che sia alla portata delle nostre capacità.

È importante verificare i dislivelli, la lunghezza e la difficoltà del sentiero, solo così si può essere certi di non fare scelte avventate.

Per fare questo oggi ci si affida ai siti internet specializzati, in cui si trovano informazioni tecniche sui percorsi, complete delle relative scale di difficoltà e talvolta con mappe dettagliate.

Quando arriva il momento di mettersi in cammino bisogna essere certi però di non perdere la strada.

Una volta ci si orientava con cartine, bussola e l’ausilio dei segnavia che si trovano lungo il percorso, oggi però la tecnologia può venirci in soccorso e semplificarci la vita.

Infatti sono disponibili sul mercato diverse APP utili ad orientarsi durante il trekking, che sfruttano il GPS di cui ormai tutti gli smartphone sono dotati.

Il consiglio però è di avere comunque una mappa cartacea da utilizzare in caso di problemi con il telefono.

Siamo andati a dare uno sguardo negli universi paralleli Android e iOS per scoprire le App più interessanti e valide per gli escursionisti. Ecco i risultati della nostra ricerca!

 

App di navigazione

La prima utilità dello smartphone è senza dubbio quella di comunicare, specie quando occorre chiedere aiuto o chiamare i soccorsi.

Fuori dai casi di emergenza le funzioni di navigazione dei nostri device sono certamente quelle più utili per un trekker.

Sul telefono possiamo vedere la mappa del territorio che stiamo attraversando, individuare la nostra posizione e ottenere indicazioni sul sentiero.

Qualcuno si potrebbe domandare: se posso fare tutto con il telefonino, a cosa servono i navigatori Gps?

La risposta è semplice. Ancora oggi i navigatori per l’outdoor svolgono queste funzioni con un margine di errore inferiore (cosa non trascurabile quando ci si muove in un ambente outdoor!) e con un consumo di batterie molto più contenuto rispetto allo smartphone, che rischia sempre di lasciarci in panne sul più bello.

La precisione dei rilevamenti satellitari dipende prima di tutto dall’hardware dell’apparecchio che utilizziamo.

Quando l’antenna Gps e i dispositivi associati sono compressi nel piccolo spazio di un telefono, è ovvio che occorra scendere a qualche compromesso.

Conclusi tutti questi preamboli ecco qualche consiglio sulle migliori App di navigazione:

 

Oruxmaps

È sicuramente una delle App più apprezzate da quanti utilizzano smartphone con sistema operativo Android.

Un’applicazione progettata per un utilizzo “tecnico”, come dimostra un’interfaccia non molto intuitiva, che necessità di un po’ di pratica prima di riuscire ad utilizzare tutta la varietà di funzioni e impostazioni. Basta davvero poco però per cominciare ad apprezzarne le caratteristiche.

In sostanza la App ha tutto quello che serve all’escursionista, a cominciare dalla possibilità di accedere ad un ampio archivio (implementabile) di mappe, consultabili on-line e scaricabili per l’utilizzo off-line.

C’è poi la possibilità di caricare e seguire tracce e, ovviamente; di registrare la propria traccia o geo-referenziare punti di interesse anche fotografici, i cosiddetti waypoint.

_ Informazioni essenziali

  • Utilizzo: navigazione Gps per trekking e Mtb
  • Dispositivi: Android
  • Lingua italiana: 
  • Utilizzo off-line: 
  • Costo: gratuita
  • Dettagli: visita il sito ufficiale

Locus Map

Validissima alternativa a OruxMaps. Come la sua diretta concorrente Locus dispone di una grande varietà di mappe, implementabili e scaricabili per l’utilizzo off-line.

Anche in questo caso serve un minimo di apprendimento per utilizzare al meglio la App.

La versione gratuita presenta già tutte le funzioni più utili ed interessanti, ma bisogna rassegnarsi alle “intrusioni” pubblicitarie, comunque non troppo invasive.

_ Informazioni essenziali

  • Utilizzo: navigazione Gps per trekking e Mtb
  • Dispositivi: Android
  • Lingua italiana: 
  • Utilizzo off-line: 
  • Costo: 7,50 euro per la versione Pro
  • Dettagli: visita il sito ufficiale

Gps Kit

Fra le migliori App di navigazione per sistemi iOS.

Uno dei punti di forza di questa applicazione è l’enorme database di itinerari presenti. Inoltre sono diverse le mappe disponibili (Google, OpenStreetMap, Nasa, ecc.) d è possibile caricare e  registrare i propri percorsi segnando anche i waypoint, anche fotografici.

Molto interessante la funzionalità che consente di selezionare direttamente sullo schermo l’area della mappa che si desidera salvare per l’utilizzo off-line, in modo da appesantire il meno possibile la memoria del dispositivo.

_ Informazioni essenziali

  • Utilizzo: navigazione Gps per trekking e Mtb
  • Dispositivi: iOS
  • Lingua italiana: No (disponibile solo in inglese)
  • Utilizzo off-line: 
  • Costo: 9,99 euro
  • Dettagli: visita il sito ufficiale

Wikiloc

L’App è collegata ad un celebre sito di condivisione di tracce e descrizioni di itinerari outdoor, quindi offre il vantaggio (enorme) di consentire all’utilizzatore l’accesso a un database contenente milioni di percorsi.

Grazie alla barra di navigazione si potranno cercare itinerari in base alla zona d’interesse. Una volta selezionata sulla mappa compariranno le icone dei percorsi divisi per attività (trekking, mountain bike, cavallo etc)

Un utile sistema di filtri nella ricerca permette di vedere solo gli itinerari che interessano in base a lunghezza complessiva, tipologia e difficoltà.

Scelto l’itinerario si potrà vedere il suo sviluppo sulla mappa, una descrizione e alcune informazioni tecniche correlate. Un app molto completa, ricca di spunti e informazioni per trovare l’itinerario giusto.

Per contro Wikiloc applica alla lettera la regola “pagare moneta vedere cammello”, nel senso che con le versioni free ci si può fare ben poco (ad esempio è necessario installare un’apposita estensione a pagamento per poter seguire la rotta degli itinerari).

Scarsa è anche la scelta delle mappe on-line (sostanzialmente quelle di Google), cosa che però non rappresenta un grosso problema, vista la disponibilità di mappe topografiche più dettagliate da scaricare per l’utilizzo off-line.

 

_ Informazioni essenziali

  • Utilizzo: navigazione Gps per svariate attività outdoor e conultazione database itinerari
  • Dispositivi: Android e iOS
  • Lingua italiana: 
  • Utilizzo off-line: 
  • Costo: Installazione free, ma l’utilizzo delle funzioni più interessanti richiede estensioni a pagamento
  • App per iOS
  • App per Android

 

Outdooractive (Ex Viewranger)

Viewranger, una delle più apprezzate App per l’outdoor, si è unita ad Outdooractive.

Adesso l’applicazione dispone del database di mappe e descrizioni degli itinerari del sito Outdooractive, riuscendo così a trovare le tracce di migliaia di itinerari.

La versione free consente di utilizzare le funzioni più importanti (compreso “segui il percorso”).

La versione a pagamento, definita PRO, mette a disposizione dell’utente mappe topografiche ufficiali e rete sentieri: IGN, swisstopo, Ordnance Survey e altri, oltre a reti di sentieri per escursionismo e alpinismo, in bici, mountain bike, sport invernali e attività a cavallo.

Si possono anche scaricare le mappe per uso off-line con la funzione di selezione dei riquadri.

Interessante anche la funzione “Skyline” che consente il riconoscimento delle vette circostanti mediante l’obiettivo fotografico dello smartphone.

Informazioni essenziali

  • Utilizzo: navigazione Gps per svariate attività outdoor e consultazione database itinerari
  • Dispositivi: Android e iOS
  • Lingua italiana: 
  • Utilizzo off-line: 
  • Costo: Installazione e utilizzo libero delle principali funzioni. Mappe di dettaglio a pagamento.
  • App per iOS
  • App per Android

 

Komoot

Komoot, è un’applicazione disponibile anche in versione free che permette di creare itinerari e navigare direttamente sul campo registrando le proprie attività.

È disponibile un ampio database di percorsi, spesso caricati dagli stessi utenti, che si possono consultare solo con abbonamento premium.

Iscrivendosi gratuitamente è possibile invece sbloccare le mappe di una determinata regione, che si possono utilizzare anche offline per seguire l’itinerario anche senza GPS.

L’interfaccia di navigazione è molto intuitiva e permette con grande facilità di trovare l’itinerario giusto. Nella maschera di ricerca è possibile inserire la tipologia di attività, la località, la difficoltà del percorso e altre informazioni utili ad individuare in fretta il percorso più giusto.

Questa App è una delle più recenti e ha introdotto diverse nuove funzionalità che la rendono una delle migliori sul mercato. Molti utenti apprezzano il sistema di navigazione vocale che permette di seguire il percorso senza guardare lo schermo del telefono, molto preciso e pensato proprio per un utilizzo outdoor.

La community è uno dei punti di forza di questa applicazione, oltre alle tracce GPX dei percorsi si possono caricare anche i punti di interesse e immagini fotografici scattate lungo il percorso.

Informazioni essenziali

  • Utilizzo: navigazione Gps per svariate attività outdoor e consultazione database itinerari
  • Dispositivi: Android e iOS
  • Lingua italiana: 
  • Utilizzo off-line: 
  • Costo: Versione base Free, utilizzo di tutte le mappe a pagamento
  • App per iOS
  • App per Android

 

_ Leggi anche le App salvavita per il trekking

 

2 commenti

GUIDA PRATICA PER NOVELLE MONTANARE
3:56 pm, marzo 17, 2021

[…] una volta perse nel nulla. Ci sono molte risorse che possiamo usare, dalle più tecnologiche (applicazioni e software di programmazione di itinerari) a quelle più tradizionali (ricorda che la mappa […]

GUIDA PRATICA PER DONNE MONTANARE Senza categoria
9:15 am, maggio 6, 2020

[…] una volta perse nel nulla. Ci sono molte risorse che possiamo usare, dalle più tecnologiche (applicazioni e software di programmazione di itinerari) a quelle più tradizionali (ricorda che la mappa […]

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incendi: come comportarsi in caso di emergenza fuoco

8 film sul trekking e il viaggio a piedi per ispirare l’avventuriero dentro di te

Dieci consigli utili per ogni trekking