Trekking: le 6 qualità fondamentali del buon escursionista

Anche per fare trekking occorre sviluppare delle "skills", competenze che si acquisiscono col tempo e che possono fare la differenza tra una meravigliosa escursione e una da incubo. Vediamo alcune delle fondamentali qualità che ogni buon escursionista deve coltivare.

4 maggio 2023 - 12:08

Le 6 qualità del buon escursionista

Come nel caso di molte altre attività che sono diventate di massa, anche nel trekking alcuni pensano che per fare escursionismo basti infilarsi un paio di scarpe e avventurarsi nella natura per potersi definire un escursionista.

Anzi, molti rigettano proprio l’idea che esista una categoria identificabile come “escursionista”.

“Andiamo a camminare, mica andiamo in missione in orbita”, può capitare che dicano.

Eppure non è così.

Forse fare trekking non sarà complesso come andare in orbita, ma è un’attività che richiede il rispetto di alcune regole fondamentali e se non lo si fa si può mettere a rischio la propria salute.

Come in ogni attività complessa, anche l’escursionismo richiede infatti lo sviluppo di capacità e competenze, di skills appunto.

Eccone 6 fondamentali, che ogni buon escursionista dovrebbe coltivare.

 

1 – Saper pianificare e organizzare

La pianificazione è la chiave per un’escursione sicura e piacevole.

Certo, non occorre essere dei Project manager per godersi un’escursione.

Tuttavia l’escursionismo è un’attività complessa che richiede competenze trasversali molto diverse tra loro e che vanno gestite in armonia.

Prima di partire pianifica il percorso, la durata, informati sulle condizioni meteo e sul terreno, sii cosciente delle tue capacità fisiche.

Assicurati di avere le carte topografiche del luogo, il necessario per l’orientamento e le informazioni sulla zona in cui si svolgerà l’escursione.

Essere in grado di mettere insieme pragmaticamente tutte quueste informazioni è fondamentale.

In questo articolo puoi leggere i 9 fondamentali consigli per i principianti del trekking

2 – Saper scegliere l’attrezzatura adeguata

Avere l’attrezzatura giusta è essenziale per il successo dell’escursione.

Assicurati di avere scarpe da trekking resistenti e comode, abbigliamento adeguato per la stagione e il clima, zaino, acqua, cibo, torcia elettrica, mappe e un kit di pronto soccorso.

Se si prevede di dormire fuori, è necessario avere una tenda, un sacco a pelo e un materassino.

La nostra sezione sull’attrezzatura è ricca di articoli che ti potranno dare una mano.

3 – Essere consapevoli della propria preparazione fisica

Il trekking richiede una buona forma fisica, soprattutto se si prevede di affrontare terreni accidentati o di fare camminate prolungate.

Allenati prima dell’escursione facendo lunghe passeggiate o corse, in modo da preparare il corpo all’attività fisica richiesta dall’itinerario.

E non sottovalutare mai il tuo stato di forma.

La capacità di essere realisti sulle proprie condizioni fisiche è un’altra skill che il buon escursionista deve avere.

Ricorda che se fai il passo più lungo della gamba l’infortunio è dietro l’angolo e oltre a rischiare la salute rischierai anche di dover rinunciare alle camminate sui sentieri per un tempo più o meno lungo.

In questo articolo ti diamo un po’ di dritte sull’allenamento per il trekking

 

4 – Rispettare l’ambiente: un must

 

Fare trekking significa entrare nel cuore della natura e per questo motivo è importante rispettare l’ambiente circostante.

Non solo – e sarebbe già tanto – per preservarlo per chi camminerà dopo di noi sul sentiero, ma anche per conservare il meraviglioso ecosistema che attraversiamo.

Non lasciare tracce di rifiuti, segui i sentieri segnati, rispetta la fauna e la flora.

In questo articolo troverai le 8 fondamentali regole di buona educazione sui sentieri

 

5 – Essere umili: non sottovalutare le insidie che può riservare un itinerario

La sicurezza è una priorità quando si fa trekking.

Non prendere sotto gamba qualunque itinerario, anche quello che si è percorso mille volte e che si pensa di conoscere perfettamente, è un’altra fondamentale qualità che un buon escursionista deve avere.

Assicurati di avere una buona conoscenza del terreno, evita di avventurarti in luoghi pericolosi, rimani sempre sul sentiero, non camminare da solo, e informa qualcuno del tuo percorso e della tua destinazione.

In questo articolo puoi trovare 6 errori da non fare quando si va sui sentieri

 

6 – Essere flessibili e capaci di adattarsi alle condizioni mutevoli dei sentieri

Il tempo può cambiare rapidamente durante il trekking, quindi è importante essere preparati per le condizioni meteorologiche.

Porta abbigliamento adeguato per la pioggia o il freddo, e adatta il percorso o la durata dell’escursione in base alle condizioni del tempo e del terreno.

Un bravo escursionista conosce sicuramente la tecnica della cipolla, qui puoi leggere di cosa si tratta.

 

 

 

Scopri tutti i nostri consigli

 

Seguici sui nostri canali social!
Instagram –  Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trekking notturni d’estate: ecco i consigli fondamentali per camminare al buio

Rischio disidratazione durante le escursioni estive: come riconoscere i sintomi e i migliori rimedi

Come vestirsi per i trekking estivi: l’abbigliamento giusto per camminare col caldo