Da Punta Ala a Follonica

20 maggio 2017 - 12:16

Questo itinerario parte da Punta Ala e arriva fino a Follonica passando per Cala Violina, Cala Martina e Cala Francese, le più belle del Golfo di Follonica

Un itinerario facile in gran parte sulla spiaggia, con appena circa 250 m di dislivello in salita e discesa e che richiede circa 5 ore di cammino senza le soste.

Si può anche accorciare in quanto siamo sempre vicino alla statale che collega le due località.

L’unica cosa a cui bisogna provvedere è portare un’auto all’arrivo oppure informarsi bene sugli orari dei mezzi pubblici perchè in inverno sono ridotti. Si può anche avventurarsi e chiedere un passaggio a qualche automobilista: anche in inverno c’è molto movimento sulla statale.

Naturalmente può anche essere percorso in senso inverso e in questo caso se si indovina la giornata giusta si può vedere un bel tramonto da Punta Ala.

A Punta Ala si lascia l’auto nella zona degli impianti sportivi e si entra nella spiaggia in prossimità dell’Hotel ristorante La Bussola. Si inizia a camminare in direzione nord per circa un’ora, fino ad arrivare alla Foce dell’Alma, sovrastata da Torre Civette (sec. XVI).

Si devia sul sentiero a destra del canale e arrivati al ponte lo si attraversa, proseguendo su un breve tratto di strada asfaltata, fino ad arrivare al podere Carpineta I.

Qui si prende il sentiero sulla sinistra che costeggia il campo e si va avanti fino al bosco di querce dove, arrivati a un bivio, andiamo ancora a sinistra e iniziamo a salire.

Dopo un tornante a destra si costeggia un filare di cipressi, poi si inizia a scendere verso la costa, fino ad arrivare alla deviazione segnalata a sinistra che ci porta alla bellissima Cala Violina e, di seguito, Cala Martina.

Si ritorna alla strada sterrata e si continua a percorrerla in direzione nord passando dal Sasso di Garibaldi, davanti a Cala Francese, fino ad arrivare alla strada asfaltata in località Casa Terra Rossa.

Da qui si scende in direzione del porto di Portiglione, rimanendo sempre sulla sinistra vicino al porto e, arrivati al canale, lo si costeggia tenendo la destra fino al ponte della statale.

Lo si attraversa e si devia subito a sinistra entrando nel porto. Si prosegue avanti fino ad arrivare in prossimità di tre cancelli, dove sulla destra c’è il sentiero che ci riporta sulla spiaggia. Da qui si prosegue sempre a nord verso Follonica, passando sotto il vecchio pontile della Montedison.

 

[themoneytizer id=”13769-16″]

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monte Cusna: il gigante buono del Parco

La Pista ciclabile dell’Adige: Trento – Rovereto – Borghetto

Passeggiata al Lago di Braies