Il Tour delle cime di Velino e Sirente / 4a Tappa

20 maggio 2019 - 12:52

La quarta tappa dell’itinerario sulle cime di Velino e Sirente parte da Ovindoli.

Da qui si imbocca la stessa strada presa il giorno precedente per le Gole di Celano, girando a sinistra per il monte Sirente, sul sentiero nr 13.

Si prosegue su una strada sterrata in salita leggera e costante fino alla Bocchetta di Prato di Popolo (m 1607), da qui il sentiero inizia a salire verso il crinale, fino a 1700 metri di quota, in prossimità di alcuni pascoli e recinti.

Prima di raggiungere i recinti si imbocca sulla destra per un sentiero più nettamente in salita, che prosegue fino alla Fonte Caperno, un fontanile sulla strada molto spesso secco.

Subito dietro il fontanile prosegue il sentiero, che inizia ad affrontare la salita direttamente, lasciando dopo poco la traccia e continuando sui prati.

Superata un’anticima si piega leggermente sulla sinistra arrivando alla croce della vetta del Sirente (m 2348). Da qui si prende il sentiero nr. 14 verso Ovest, che si tiene molto vicino alla cresta, in costante discesa; dopo circa 3 chilometri la si abbandona continuando evidente fra colli e prati più dolci.

Da qui si può decidere di continuare fino a Rovere, o dormire presso il Rifugio la Vecchia, raggiungibile per un sentiero che risale sulla destra e che porta fino alla base del Colle di Mandra Murata.

Il rifugio è situato sulla cresta del monte Sirente e può essere ottima base per salire senza carico sul vicino Colle di Mandra Murata, da cui si gode una vista stupenda.

Si arriva quindi a Rovere in tardo pomeriggio o per la prima mattina del giorno seguente, tornando poi con i mezzi fino ad Avezzano e quindi a Massa d’Albe.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monte Cusna: il gigante buono del Parco

La Pista ciclabile dell’Adige: Trento – Rovereto – Borghetto

Passeggiata al Lago di Braies