Ciaspolando nelle Alpi Carniche: Monte Talm dalla Val Pesarina

20 maggio 2018 - 16:23

Dalla strada della Val Pesarina si piega a destra in direzione di Sostasio. Oltrepassato l’abitato si continua sulla stretta rotabile che si inerpica verso la frazione di Luc.

Se le condizioni della strada lo consentono è possibile proseguire fino al rifugio Monte Talm (m 1093) altrimenti è necessario lasciare l’auto al tornante dopo Luc.

Dal rifugio, indossate le ciaspe, si prosegue lungo la pista (segnavia CAI 226) che sale con pendenza accentuata raggiungendo un’aperta radura con stavoli. Al bivio di quota 1361 ci teniamo a destra iniziando a tagliare le pendici meridionali del monte Talm.

Al primo tornante lasciamo la pista per proseguire ancora a destra su mulattiera, in ambiente sempre più aperto e panoramico. Il traverso si interrompe solo pochi metri sotto la cima del Monte Talm che si raggiunge con un paio di strette svolte (m 1728, campana).

Tramite il segnavia CAI 226a, proseguiamo ora in direzione ovest attraversando ben presto una valletta in ombra. Con una piccola contropendenza arriviamo infine al rifugio Cacciatori di Rigolato (m 1624) e, poco dopo, alla sella Talm.

Dal crocevia ci teniamo sulla pista di sinistra che ci riporta al bivio preso in precedenza.

Testo di Sandra Tubaro / Foto di Ivo Pecile – www.sentierinatura.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo

Trekking alle Cinque Terre: il sentiero da Riomaggiore a Monterosso al Mare

Monte Cusna: la vetta più alto del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano