Sicilia: le gole dell’Alcantara

20 maggio 2016 - 19:53

L’Alcantara scorre lungo un canyon che si è originato a seguito del raffreddamento di antichissime colate laviche solcate al centro dalle acque gelide del torrente.

Le pareti, alte fino a 25 metri, in alcuni punti sono distanti appena 2 metri.

L’itinerario costeggia la cornice sinistra della gola – all’interno del Parco Botanico e Geologico delle Gole Alcantara – e poi scende lungo il Sentiero Eleonora alla spiaggia, da dove è possibile risalire agevolmente la corrente lungo la lama di luce chiusa dalle pareti di lava basaltica con forme prismatiche pentagonali ed esagonali, “colonne d’organo” e “cataste di legna”.

Il Sentiero delle Gole, fruibile a pagamento, offre terrazze panoramiche e numerosi affacci dall’alto sul corso delle gole, arricchito da cartelli e tabelle didattiche che forniscono informazioni sul sito. Una volta giunti alla spiaggia ci si può addentrare nella gola solo per i primi 100 metri, i più interessanti e suggestivi, indossando le salopettes che proteggono dalle acque gelide e che si noleggiano sul posto. Per maggiori informazioni si può consultare il sito del Parco

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monte Cusna: il gigante buono del Parco

La Pista ciclabile dell’Adige: Trento – Rovereto – Borghetto

Passeggiata al Lago di Braies