Il Bosco del Sasseto

18 marzo 2020 - 0:22

Per la sua particolarità, il bosco del Sasseto è considerato “Sito d’Importanza Comunitaria” europeo e tutelato quale Monumento Naturale. La natura accidentata e quasi impraticabile del bosco ne ha favorito la conservazione, ma si deve al conte Cahen, proprietario dell’area alla fine del XIX secolo, la rete di sentieri che oggi ne permette l’attraversamento.

Egli amava tanto questo luogo da farvi costruire proprio al centro la sua cappella funebre, in stile finto-gotico. Si accede al Sasseto da uno stretto passaggio un po’ sporco ed ingombro di rifiuti, presso il Monumento ai caduti.

Dopo la breve discesa, il sentiero s’inoltra tra gli alberi e permette finalmente di godere dell’ambiente fatato del bosco, tra enormi radici e tronchi caduti – che a volte costringono a piccole acrobazie per proseguire -, formazioni di muschio e massi accatastati, che creano le forme più fantasiose.

I diversi sentieri convergono tutti, in leggera discesa, verso la tomba del conte Cahen. Il ritorno sarà per la stessa strada.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, Valdelsa: trekking da San Gimignano a Castelvecchio, tra natura e storia

Piemonte, trekking nel Monferrato: Borgomale tra i colori e sapori d’autunno

Trentino, Stelvio Val di Rabbi: trekking alla scalinata dei larici monumentali