Merano, la malga di Verano

20 maggio 2018 - 15:11

Merano d’inverno: dalle palme alla neve, il tutto a portata di mano

Durante la stagione fredda Merano offre un ventaglio eterogeneo di proposte che spaziano dalle discese con gli sci alle passeggiate con i cavalli avelignesi, originari proprio di questa zona, dalle fiaccolate alle meravigliose escursioni con le slitte e le racchette da neve che permettono di venire a contatto con lo spirito e le suggestioni più autentiche di queste montagne; per poi dedicarsi alle numerose proposte culturali e ludiche offerte dalla città, fino all’impareggiabile possibilità di rigenerarsi, dopo una giornata trascorsa sulla neve, nel rinomato centro termale.

L’itinerario: la Malga di Verano

Dal parcheggio nr.5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero nr.2/a che porta al Gantalerhof. Da qui parte il sentiero per la Malga delle Erbe attraverso boschi di abeti rossi, pini silvestri e prati ammantati di neve.

Si segue il sentiero nr.2 fino a raggiungere i prati di Malga delle Erbe (aperta solo d’estate). Si prosegue fino al limite del bosco dove sorge la Malga di Verano. Sessanta metri di dislivello e 15 minuti di percorrenza dividono la Malga dalla cima del Monte di Verano da cui si gode un fantastico panorama.

Chi non se la sentisse di proseguire può sempre riposarsi sulla terrazza della Malga di Verano. Il ritorno ripercorre la strada dell’andata.

Si può eventualmente prendere il sentiero verso la Malga Leadner aperta anche in inverno e il segnavia nr.16 oppure il sentiero per il Ristorante Brunnenhof e quindi verso Avelengo. In questo caso aggiungere un’ora al tempo di percorrenza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le Alpi: un ecosistema sempre più fragile e a rischio

Pale di San Martino: le Dolomiti a 360 gradi

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo