Orobie: al Rifugio Capanna 2000

20 febbraio 2018 - 19:41

Il percorso si sviluppa sulle pendici del Pizzo Arera, vetta prealpina nel Parco delle Orobie Bergamasche, è conosciuta per il Sentiero dei Fiori che permette di osservare stupende fioriture rare ed endemiche, ma anche l’inverno riserva ai ciaspolatori piacevoli sorprese…

Lasciata l’auto al parcheggio della località Plassa, seguire le indicazioni per il rifugio Capanna 2000 (sentiero CAI nr.221).

Il percorso si sviluppa lungo la strada, in inverno chiusa al traffico, che sale all’interno di un bosco di faggi e abeti; dopo aver superato il primo tratto piuttosto ripido, si giunge ad un tornante verso destra da cui si può accedere ad un’ampia radura sulla sinistra dove è stata realizzata una cattedrale vegetale, opera progettata dall’artista di fama mondiale Giuliano Mauri.

Continuando lungo la strada si giunge a vecchie strutture sciistiche abbandonate a quota 1600; qui si può godere di un ampio panorama che nelle giornate più limpide si spinge fino alla pianura e agli Appennini.

A questo punto si può scegliere tra due percorsi alternativi: il primo (consigliato) prosegue lungo la strada con un tracciato più lungo ma decisamente meno impegnativo, il secondo segue il tracciato del sentiero CAI nr. 221 salendo ripidamente lungo il costone della montagna sulla sinistra. Entrambe i percorsi si sviluppano in ampi pianori da cui si possono godere panorami stupendi e si ricongiungono in prossimità di un pianoro da cui si inizia a vedere il rifugio Capanna 2000 raggiungibile in pochi minuti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

La traversata del Gran Sasso

L’incanto delle Dolomiti: l’anello delle Tre Cime di Lavaredo

Dolomiti: Cima Rosetta e traversata delle Pale di San Martino