Passo Manghen – Cascata di Cavalese

18 marzo 2020 - 0:24

Dal Rif. Manghen Hütte (Tel. 0461.766215 / 347.8564172) si segue il sentiero 322A. Superate alcune placche rocciose su cui troneggiano splendidi esemplari di pino cembro, tra cui il tronco scheletrito dell’Eterno, dell’età stimata di almeno 1000 anni, si raggiunge in poco più di mezz’ora il lago delle Buse, incorniciato dal versante settentrionale del Monte Ziolera.

Costeggiando in falsopiano questa parete rocciosa, e poi la Pala del Becco, il segnavia 322A (poi 322) raggiunge la Forcella di Montalon (2133 m); da qui, grazie ad un lungo traverso a mezza costa sul versante settentrionale del Montalon – con splendido panorama sul lago delle Stellune – si arriva nei pressi di Forcella di Val Sorda (2256 m).

Una breve discesa porta sulle rive dello specchio blu cobalto del lago, poi il sentiero 317 sale, ripido, verso Forcella di Val Moena (2294 m). Da qui un’infinita discesa lungo la Val Moena (in luglio il versante orientale del Cimon di Val Moena si tinge di uno straordinario colore rosso sangue per la fioritura dei rododendri) consente di rientrare a Cavalese, altrimenti si percorre l’itinerario dell’andata in senso contrario per ritornare al Passo Manghen.

Ottobre 2010

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toscana, Valdelsa: trekking da San Gimignano a Castelvecchio, tra natura e storia

Piemonte, trekking nel Monferrato: Borgomale tra i colori e sapori d’autunno

Trentino, Stelvio Val di Rabbi: trekking alla scalinata dei larici monumentali