Tra la Val d’Orcia e il Monte Amiata

18 marzo 2020 - 0:21

Dal centro storico di Campiglia, disposto a ventaglio sotto un costone roccioso dominato dall’antica rocca, l’itinerario si sviluppa tra boschi di castagni toccando i ruderi della Torre di Campigliola e il Poggio dello Zoccolino, godendo di spettacolari scorci panoramici sulla Val d’Orcia.

Proseguendo si raggiunge Bagni San Filippo, antica località termale dove le acque sgorgano a una temperatura tra i 25° C ed i 52° C. Da non perdere il Fosso Bianco che scorre nel verde di un bosco tra vasche naturali di acque calde e spettacolari cascate di bianco calcare.

Si ricorda infine la presenza di due grandi itinerari storici: La Via Francigena che attraversa tutta la valle fra castelli, torri, borghi e grance fortificate. L’itinerario sulle tracce “dei Longobardi” che, partendo dall’Abbazia di Sant’Antimo, tocca i castelli della Ripa, della Rocca, di Castiglione fino a Campiglia dove nei pressi di Bagni San Filippo si ricongiunge alla Via Francigena.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Rocciamelone: al cospetto del Re delle Alpi

Via di Linari: un cammino medievale di 100 km tra Emilia e Toscana

Siena, il Grande Anello: trekking tra le colline del chianti