Valle Antrona: il Rifugio Andolla e il Giro della Valle Antrona

20 maggio 2018 - 16:04

Giro completo dell’alta Valle Antrona, itinerario tra i siti più suggestivi dell’Ossola, tra laghi e imponenti cime rocciose.

Giunti a Cheggio (m 1500), superata la diga del bacino dei Cavalli che si costeggia in piano, si attraversa, su comodo ponte, il torrente Loranco dove si intravedono le montagne che compongono la testata della valle.

Superata l’Alpe Ronchelli, il sentiero si inerpica, con ripidi tornanti, fino all’Alpe Andolla e all’omonimo rifugio (m 2061 / 2 ore), dove alla folta vegetazione si è ormai sostituita una grande pietraia. Si ammirano, da destra a sinistra, il Pizzo Andolla (m 3653), il Pizzo Loranco (m 3363), il Sonninghorn (m 3487) e le caratteristiche Coronette di Camposecco (m 2697).

Variante: dal rifugio è possibile salire al Passo Andolla (1 ora / 357 m di dislivello), con splendida vista sulla Weissmies (m 4023). Si continua salendo, e poi in falsopiano, per prati e pietraie sino all’Alpe Corone.

Si punta verso la morena del ghiacciaio dell’Andolla e si sale a sinistra raggiungendo il bivacco Varese (m 2650 / 2 ore) abbarbicato su uno sperone roccioso. Si supera un tratto con corde fisse e camminando sulla morena del ghiacciaio del Bottarello si seguono ometti e tracce di passaggio.

Si continua puntando con decisione verso le Coronette, salendo tra placche rocciose e blocchi di pietra, sino al passo (m 2697).

Si scende aiutandosi con corde fisse e per pietraie si giunge al Bivacco Camposecco (m 2325 / 2.15 ore).

Scendendo, quindi, lungo le rotaie di servizio dell’Enel, si prosegue in piano sino all’ingresso della galleria della condotta per il Lago del Cingino (2 km, pila indispensabile) che sbuca nei pressi del lago (m 2229 / 1.45 ore), in vista del gruppo dell’Antigine (m 3189). Si scende all’Alpe del Cingino e, lungo il sentiero lastricato, si arriva all’Alpe Saler (m 1941), attraversando un magnifico bosco di larici, sino all’Alpe Lombruoro (m 1636 / 1.15 ore).

Si continua ora e, in terreno sempre più pianeggiante, si toccano numerosi alpeggi sino a giungere alla diga del Lago di Campliccioli (m 1352 / 1 ora).

Punti d’appoggio

Rifugio Alpe Cheggio (m 1474) / CAI Novara / Tel. 0324.575975

Rifugio Andolla (m 2061) / CAI Villadossola / Tel. 0324.575980/54063 / 76 posti letto

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo

Trekking alle Cinque Terre: il sentiero da Riomaggiore a Monterosso al Mare

Monte Cusna: la vetta più alto del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano