Valle di Rabbi: il rifugio Stella Alpina al Lago Corvo

20 maggio 2019 - 16:10

Il rifugio Stella Alpina al Lago Corvo sorge lì dove la Valle di Rabbi si incontra con l’estremità meridionale della Val d’Ultimo, in un ambiente ricco di acque e piccoli laghetti d’origine glaciale.

Vedetta settentrionale della Valle di Rabbi, il rifugio Stella Alpina si trova in un’area dove l’azione erosiva dei ghiacciai ha disegnato nel tempo una serie di laghi di varie dimensioni. Grazie allo sbarramento dei detriti morenici, accumulati in prossimità delle depressioni, nacquero magnifiche pozze d’acqua, proprio come i laghi Corvo.

L’itinerario: la salita al rifugio Stella Alpina

Salendo dall’abitato di Piazzola si giunge alla frazione Cavallar, dove si lascia l’auto. Poco sopra l’agglomerato, si continua su una strada forestale per poi imboccare dopo pochi metri, sulla sinistra, il sentiero CAI-SAT 108.

Il sentiero sale ripidamente attraversando un boschetto di larici, per poi addentrarsi in una pecceta che spesso è dimora di cervi e caprioli. Dopo mezz’ora di cammino si apre una verde radura che incrocia la forestale imboccata inizialmente, che ci condurrà presso Malga Caldesa bassa.

Giunti alla malga si prosegue in direzione nord sempre seguendo il sentiero 108 fino ad arrivare nei pressi del Rio Corvo. La salita prosegue poi su sentiero ripido fino a raggiungere un’area prativa, e in pochi minuti si svolta nuovamente a destra. Dopo essersi portato sul crinale dello spartiacque sinistro, si torna a salire transitando sopra la Malga Caldesa alta, da cui si ha uno spettacolare punto di osservazione sulle cime del Brenta e della val di Pejo.

In pochi minuti il sentiero 108 si collega al sentiero SAT 135 proveniente da Passo Palù, dopodiché si giunge nei pressi del rifugio. Intorno all’edificio si sviluppa un panorama roccioso ideale per l’avvistamento dei camosci, mentre nei bacini glaciali vive una popolazione di salmerino alpino, tipico esemplare ittico dei laghi di montagna.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le Alpi: un ecosistema sempre più fragile e a rischio

Pale di San Martino: le Dolomiti a 360 gradi

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo