Alto Adige, inciampa sui bastoncini e precipita per 200 metri: morta un’escursionista tedesca

La vittima è un'escursionista di 46 anni, originaria di Monaco di Baviera, precipitata per circa 200 metri e deceduta sul colpo. Sul posto sono intervenuti gli uomini del Soccorso alpino di Vipiteno, la guardia di finanza e il medico di emergenza

24 luglio 2023 - 8:49

Nella mattinata di domenica 23 luglio, una donna di 46 anni originaria di Monaco di Baviera, ha perso la vita durante un’escursione sul Gran Pilastro, sul confine tra Italia e Austria.

La donna era in compagnia di un gruppo di persone e stava cercando di raggiungere la vetta del monte, che tocca quota 3.500 metri e segna la linea di confine tra Italia e Austria, quando è inciampata nei suoi bastoncini da trekking.

L’escursionista ha quindi perso l’equilibrio ed è caduta dal sentiero precipitando per 200 metri tra pietre e rocce.

I compagni di escursione hanno immediatamente allertato il Numero unico di emergenza 112 e richiesto l’intervento dei soccorsi.

Sul posto è immediatamente intervenuto il personale del Soccorso alpino di Vipiteno, la Guardia di Finanza di Vipiteno e l’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites, coadiuvati da personale del Soccorso alpino austrico.

Nonostante l’intervento tempestivo, purtroppo i sanitari elitrasportati sul luogo dell’incidente non ha potuto fare altro che constatare il decesso della donna.

Una volta ricevuto il via libera dell’autorità giudiziaria, il personale del soccorso alpino si è occupato del recuperare la salma, che è stata messa a disposizione delle autorità.

Questo tragico incidente sottolinea l’importanza della sicurezza durante le attività in quota e l’importanza del lavoro svolto dai soccorritori di montagna, che svolgono un ruolo essenziale nella gestione di situazioni di emergenza in ambienti difficili e pericolosi.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monti Sibillini, misure per limitare gli accessi durante le fioriture di Castelluccio di Norcia

Le nuove funzionalità di iPhone per gli appassionati di trekking: ecco gli aggiornamenti di iOS 18

Finalmente online il portale del CAI per prenotare i rifugi: come funziona