Quest’anno altri 11 borghi diventano bandiere arancioni del Touring Club

Quest'anno sono undici le nuove Bandiere Arancioni assegnate dal Touring Club Italiano che si aggiungono alle 251confermate. In totale sono 262 i borghi italiani che hanno superato gli standard necessari ad entrare in questo prestigioso elenco.

15 luglio 2021 - 15:58

Come ogni anno il Touring Club Italiano annuncia i borghi riconosciuti bandiere arancioni.

Quest’anno si sono aggiunti undici nuove località alle 251 già presenti nell’elenco delle bandiere arancioni e confermate anche quest’anno.

I nuovi borghi insigniti col prestigioso riconoscimento sono:

Le Bandiere Arancioni sono un riconoscimento che il Touring Club Italiano ha istituito 23 anni fa per valorizzare il potenziale turistico dei piccoli borghi.

Sono riconoscimenti pensati per fornire un’indicazione al viaggiatore.

Infatti per poter rientrare nell’elenco stilato dal Touring Club i borghi devono possedere un patrimonio storico, culturale e ambientale di grande pregio.

Inoltre devono poter offrire al viaggiatore un’ospitalità di qualità e rispettosa delle tradizioni locali. Non possono candidarsi centri cittadini con più di 15 mila abitanti.

I borghi Bandiera Arancione per poter mantenere il riconoscimento devono presentare la loro candidatura ogni tre anni, in queste occasioni il Touring Club procede alla verifica da zero della sussistenza di tutti i requisiti previsti dal regolamento.

Il Presidente del Touring Franco Iseppi ha dichiarato “L’iniziativa è un esempio concreto dell’impegno della nostra associazione nel prendersi cura dell’Italia come bene comune con l’obiettivo diffondere la conoscenza dei territori, soprattutto quelli meno noti, educando alla bellezza del paesaggio e dell’ambiente.” 

 

Un turismo in costante crescita 

Il turismo lento, fatto da viaggiatori che vogliono scoprire le bellezze delle aree interne italiane e dei piccoli borghi, negli ultimi anni è cresciuto costantemente.

Perfino nel terribile 2020 di pandemia i borghi italiani hanno fatto registrare numeri importanti.

Lo scorso anno gli italiani hanno cercato luoghi dell’entroterra autentici e poco affollati, spesso a pochi chilometri da casa.

I piccoli borghi hanno saputo rispondere a questa esigenza accogliendo migliaia di turisti alla ricerca di tranquillità, vita all’aria aperta e cibo genuino.

I dati forniti dal Touring Club Italiano hanno mostrato che circa il 66% dei Comuni Bandiera Arancione nella stagione estiva 2020 hanno avuto un numero di visitatori in linea con l’anno precedente o perfino superiore.

L’estate 2021 mostra già prospettive incoraggianti per i borghi, che sempre di più diventano veri e propri laboratori di innovazione per l’ospitalità e il turismo.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Festival del Ciclismo Lento: a Ferrara dal 29 al 31 ottobre

Calabria, nasce la Ciclovia dei Parchi: 545 chilometri in bici nella natura

Domenica 10 Ottobre: in tutta Italia si celebra la Giornata Nazionale del Camminare