Obiettivo Terra: I vincitori dell’edizione 2016

18 marzo 2020 - 8:49

L’Italia è il Paese leader in Europa per la biodiversità di flora e fauna, un record che possiamo mantenere grazie ai parchi, alle aree protette e alla rete Natura 2000 che sono un ineguagliabile scrigno di questa biodiversità.

La Fondazione UniVerde e la Società Geografica Italiana Onlus in occasione della 46ª Giornata Mondiale della Terra, indetta dall’ONU e celebrata oggi 22 aprile, ha premiato i vincitori del concorso di fotografia geografico-ambientale “Obiettivo Terra”, giunto alla settima edizione. Oltre alla foto vincitrice vengono premiate delle menzioni e delle menzioni speciali tematiche e alcune delle foto più belle sono oggetto di mostre nazionali e internazionali.

Ad aggiudicarsi il primo premio della 7a edizione del concorso fotografico “Obiettivo Terra” è Carlo Soro.

Lo scatto vincente – che proponiamo in apertura all’articolo – ritrae le saline che caratterizzano la storia e l’attività del Parco Naturale Regionale Molentargius –Saline, in Sardegna. Al vincitore è stato assegnato un premio in denaro (1.000 euro), consegnato oggi durante la cerimonia di premiazione a Villa Celimontana, dalla testimonial Tessa Gelisio, conduttrice televisiva, giornalista e ambientalista; da Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde; da Filippo Bencardino, Presidente Società Geografica Italiana Onlus e da Laura Pulga, Presidente del Parco del Molentargius–Saline. La gigantografia della foto vincitrice resterà esposta in Piazza Barberini in Roma fino al 29 aprile.

Eccezionalmente, quest’anno, in maxi affissione anche la seconda classificata, arrivata quasi ex aequo con la prima, alla quale è stata assegnata una menzione speciale extra concorso “Earth Day 2016 – La forza della natura”. L’immagine, di Giuseppe Mario Famiani, scattata da Cesarò, in provincia di Messina, mostra l’ultima eruzione dell’Etna che si è verificata lo scorso dicembre.

FOTO VINCITRICE E MENZIONE EARTH DAY

  • I classificata con un voto medio di 9,09 su 10 – Parco Naturale Regionale Molentargius – Saline (Sardegna) – Foto di Carlo Soro
  • II classificata con voto medio pari a 8,89 su 10- Parco Regionale dell’Etna (Sicilia) – Foto di Giuseppe Mario Famiani
  • III classificata con voto medio pari a 7,95 su 10- Parco Regionale del Delta del Po (Emilia-Romagna) – Foto di Cristiana Bonazza (Vincitrice della menzione speciale “Fiumi e laghi”)

«Per la prima volta – dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde – vincono le foto di due parchi regionali delle nostre isole maggiori. Quella del Molentargius in Sardegna, con una bellissima salina, amica dell’ambiente e dal forte valore ecologico e turistico e, quasi a pari merito, un altro bellissimo scatto del Parco Regionale dell’Etna che rappresenta la forza dell’esplosione del vulcano. Quest’anno il concorso ha visto la partecipazione di circa 2.000 concorrenti. Le foto più belle delle aree costiere e subacquee saranno oggetto della mostra “Il mare: polmone blu del Pianeta” che sarà inaugurata il 31 maggio al Palazzo delle Nazioni Unite a New York in collaborazione con Marevivo e la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’ONU».

 Per Filippo Bencardino, Presidente Società Geografica Italiana Onlus: «Queste foto naturali e senza manipolazioni confermano ancora una volta quanto di prezioso ci regalino i nostri parchi regionali e nazionali. In un mondo in cui l’uomo prende sempre più il sopravvento sulla natura, si rende sempre più necessario sensibilizzare sull’importanza che l’ambiente naturale rappresenta per noi e ricambiare questo dono di bellezza con il rispetto e la salvaguardia di questo tesoro».

 FOTO VINCITRICI DELLE MENZIONI

ANIMALI – Vince Vincenzo Penna (Prov. Reggio Calabria) – Parco Nazionale dell’Aspromonte (Calabria) – OGGETTO FOTO: Capre dell’Aspromonte

ALBERI E FORESTE – Vince Mauro Coletti (Prov. Chieti) – Parco Nazionale della Majella (Abruzzo) – OGGETTO FOTO: Faggio secolare

 

 

AREA COSTIERA – Vince Alberto Girani (Prov. Genova) – Parco Regionale di Portofino (Liguria) – OGGETTO FOTO: Veduta aerea del promontorio di Portofino

FIUMI E LAGHI – Vince Cristiana Bonazza (Prov. Ferrara) – Parco Regionale del Delta del Po lato emiliano romagnolo (Emilia Romagna) – OGGETTO FOTO: Delta del Po con fenicotteri rosa

PAESAGGIO AGRICOLO – Vince Giancarmine Bellomo (Prov. Bari) – Parco Nazionale dell’Alta Murgia (Puglia) – OGGETTO FOTO: Paesaggio agricolo di Spinazzola (BAT)

TURISMO SOSTENIBILE – Vince Maurizio Beatrici (Prov. Genova) – Parco Naturale Regionale delle Tre Cime (Trentino-Alto Adige) – OGGETTO FOTO: Escursione sul sentiero per le Tre Cime

 

Cobat, Consorzio nazionale raccolta e riciclo, ha voluto sostenere questa edizione conferendo una menzione fuori concorso. La foto ritrae uno “Smartflower” ad Asolo, un piccolo comune in provincia di Treviso circondato dal Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi dal Parco Regionale del Fiume Sile, dal Parco Regionale dei Colli Euganei e dal Parco Regionale della Lessinia. Lo scatto è di Laura Panno.

A consegnare il premio a Stefano Loro, Amministratore Delegato di VP Solar, è stato il Presidente di Cobat, Giancarlo Morandi, che ha motivato così il riconoscimento: «Per aver contribuito a rendere l’energia rinnovabile sinonimo di bellezza, attraverso Smartflower, un impianto fotovoltaico i cui pannelli sono petali di un fiore, simbolo della vita che nasce in armonia con la natura».

«L’economia circolare – continua Giancarlo Morandi – è non solo qualcosa di nobile e necessario, ma anche il modo migliore per magnificare la bellezza del nostro pianeta. Il nostro Consorzio raccoglie e avvia al riciclo prodotti tecnologici che, se abbandonati, inquinerebbero l’ambiente, per creare nuove materie prime. Una gestione efficiente delle risorse che mette assieme la necessità dell’uomo e quelle della natura. È per questo che Cobat supporta iniziative come Obiettivo Terra, che celebra la bellezza del pianeta attraverso scatti in cui la protagonista è l’armonia tra l’attività umana e l’ambiente».

 

Oltre alla foto vincitrice vengono premiate delle menzioni e delle menzioni speciali tematiche e alcune delle foto più belle sono oggetto di mostre nazionali e internazionali.

MENZIONI SPECIALI 2016

FAO – LEGUMI DAI PARCHI – Vince Matteo Ricci (Prov. Frosinone) – Parco Nazionale dei Monti Sibillini (Umbria, Marche) – OGGETTO FOTO: Campo di lenticchie IGP di Castelluccio di Norcia 2016 Anno Internazionale ONU-FAO dei legumi

MADRE TERRA – Vince Monica Carbosiero (Prov. Foggia) – Parco Nazionale del Gargano (Puglia) – OGGETTO FOTO: Ulivo sul lago di Varano 2016 Anno europeo della lotta alle violenze contro le donne. (Premio alla più bella foto scattata da una donna)

ONU – ACCORDO DI PARIGI – Vince Guergana Radeva (Bulgaria) – Parco Regionale della Maremma (Toscana) – OGGETTO FOTO: Toro maremmano Menzione per celebrare la ratifica dell’Accordo di Parigi, oggi a New York, premiando la foto più bella scattata da un cittadino straniero

GIUBILEO E VIA FRANCIGENA – Vince Roberta Cacciaglia (Prov. Roma) – Parco Regionale dell’Appia Antica (Lazio) – OGGETTO FOTO: Acquedotti con gregge al pascolo Menzione speciale alla foto scattata in un parco attraversato dalla via Francigena del sud in occasione dell’Anno Santo

ALTRE MENZIONI

MENZIONE SPECIALE EXTRA CONCORSO EARTH DAY 2016 – LA FORZA DELLA NATURA- Vince Giuseppe Mario Famiani (Prov. Messina) – Parco Regionale dell’Etna (Sicilia) – OGGETTO FOTO: Eruzione dell’Etna

MENZIONE FUORI CONCORSO FOTO SUBACQUEA – Vince Alessandro Giannaccini (Prov. Arezzo) – Area Marina Protetta delle Cinque Terra (Liguria) – OGGETTO FOTO: Gambero meccanico su murena

MENZIONE SPECIALE FUORI CONCORSO ENERGIE RINNOVABILI NEI PARCHI – Foto di Laura Panno – Foto scattata ad Asolo, piccolo comune in provincia di Treviso circondato dal Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, dal Parco Regionale del Fiume Sile, dal Parco Regionale dei Colli Euganei e dal Parco Regionale della Lessinia – OGGETTO FOTO: Smartflower della VP Solar

 

CURIOSITA’

Delle 1696 foto ammesse i parchi nazionali più fotografati sono:

  • Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga (Abruzzo, Lazio, Marche) di cui sono pervenute 89 foto
  • Parco Nazionale del Gargano (Puglia) di cui sono pervenute 84 foto
  • Parco Nazionale dei Monti Sibillini (Marche, Umbria) di cui sono pervenute 79 foto

Tra i parchi regionali i più fotografati sono stati:

  • Parco Regionale dell’Etna (Sicilia) di cui sono pervenute 34 foto
  • Parco Regionale del Delta del Po (Emilia-Romagna, Veneto) di cui sono pervenute 32 foto
  • Parco Regionale delle Madonie (Sicilia) di cui sono pervenute 27 foto

 

Le foto più belle delle aree costiere e subacquee saranno oggetto della mostra “Il mare: polmone blu del Pianeta” che sarà inaugurata il 31 maggio al Palazzo delle Nazioni Unite a New York in collaborazione con Marevivo e la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’ONU.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ambiente: l’importanza di ridurre i rifiuti alimentari

La Giornata Nazionale del Camminare: l’importanza di celebrarla

Al via la 68° edizione del Trento Film Festival