Bergamo: ritrovato il corpo del 28enne disperso sulla Presolana

È stato ritrovato il corpo senza vita del ragazzo di 28 anni disperso da ieri domenica 2 ottobre sulla Presolana, in provincia di Bergamo. Il giovane non era rientrato dall'escursione, i soccorritori lo hanno cercato per tutta la notte tra domenica e lunedì

3 ottobre 2022 - 11:31

É stato individuato questa mattina, lunedì 3 ottobre, il corpo senza vita del ragazzo di 28 anni disperso da domenica sulle montagne della Presolana, in provincia di Bergamo.

Il giovane era partito nella mattinata del 2 ottobre per un’escursione dal Passo della Presolana fino al Monte Visolo. Il ragazzo doveva scendere dalla vetta della Presolana occidentale lungo la via normale ed aveva appuntamento con i familiari al rifugio Rino Olmo (a Castione della Presolana).

La famiglia, quando non ha visto rientrare il giovane, ha deciso di dare l’allarme e allertare il soccorso alpino regionale.

Sono intervenuti sul posto i tecnici della VI Delegazione Orobica con quattro squadre: tre squadre hanno ripercorso le creste anche durante la notte, insieme con i vigili del fuoco e il Sagf – Soccorso alpino Guardia di Finanza, un’altra squadra invece è andata verso nord.

L’elicottero del 118 di Areu – Agenzia regionale emergenza urgenza di Sondrio ha perlustrato l’area dall’alto. Le ricerche sono proseguite durante tutta la notte, con sorvoli sulle montagne e ricerche a terra delle squadre di soccorso che hanno ripercorso le creste.

All’alba è arrivato un secondo elicottero,  della Guardia di Finanza decollato da Bolzano, che durante i sorvoli della Presolana ha individuato il copro senza vita del ragazzo.

Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli uomini dei soccorsi, il giovane sarebbe precipitato dal sentiero riportando gravi traumi che ne avrebbero causato il decesso.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Oltre 20mila persone morte in Europa per le ondate di calore

A 83 anni Angela, dopo quasi 1000 km a piedi, completa il Cammino di Santiago in solitaria

Lombardia, pericoli outdoor invernale: 3 giorni di formazione con le guide alpine