Il primo sondaggio dedicato alle donne in cammino

Secondo alcuni dati recenti il numero della camminatrici, in Italia, è superiore a quello dei camminatori. Questo sondaggio nasce con l'obiettivo di comprendere un fenomeno in crescita nel turismo lento, ovvero quello delle donne in cammino

28 febbraio 2022 - 9:21

di Ilaria Canali

Il capitolo mancante nella ricerca dedicata al mondo dei cammini in Italia è quello rivolto alle donne.

Ed è una lacuna grave perché sembra che il numero delle camminatrici sia superiore a quello degli uomini e questo dato quantitativo da solo dovrebbe bastare per voler indagare il fenomeno.

Ma oltre ai numeri, sarebbe interessante e utile scoprire meglio chi sono le donne in cammino, le loro motivazioni, i sentimenti che le guidano, cosa cercano.

A dire di tante guide escursionistiche, gestori di cammini e operatori del settore, il cammino è donna in Italia, ma manca una indagine dedicata a indagare questo fenomeno che rappresenta un aspetto importante nel quadro del turismo lento.

Nel gruppo delle “Ragazze in Gamba“, community social dedicata al cammino al femminile, ci sono 72 mila persone che raccontano ogni mese i loro passi da ogni parte di Italia. Le interazioni mensili del gruppo sono di altre 300 mila post al mese e questo dà la misura di quante proposte escursionistiche vengano condivise.

È da quando ho lanciato il progetto della “Rete Nazionale Donne in Cammino“, nel 2019, che ho percepito chiaramente la necessità di fare una fotografia del fenomeno della crescita esponenziale di interesse dimostrata dalle donne nei confronti del camminare e del turismo lento.

In questi tre anni di attività, ho voluto studiare attentamente le interazioni e i racconti che animano il gruppo delle “Ragazze in Gamba” e ho creato oltre cento sondaggi nel gruppo su singole questioni, intervistato centinaia di donne, raccolto moltissime storie e sulla base di questo studio ho elaborato il sondaggio che mancava, quello dedicato specificatamente alle donne in cammino.

È la prima ricerca di tal genere in Italia  e ne ho parlato anche nella trasmissione GEO su RAI 3  – vedi l’intervento.

I risultati della ricerca saranno utili per poter completare la scrittura di un libro che sto curando per l’editore Altreconomia e che sarà dedicato ai cammini italiani in un’ottica femminile: “Guida Sentimentale ai Cammini d’Italia. Per donne che non si fermano mai”.

_ Per poter rispondere al SONDAGGIO, ecco il link: DALLA PARTE DELLE DONNE IN CAMMINO. Una ricerca per ripensare il mondo dei cammini dal punto di vista femminile.

Scadenza per rispondere: 15 Marzo 2022

 

Rete Nazionale Donne in Cammino

Il progetto della “Rete Nazionale Donne in Cammino” vuole migliorare il presente e plasmare il futuro con uno stile di vita sostenibile e comportamenti virtuosi, in un cambio di paradigma culturale in cui il ruolo delle donne sia centrale.

La sua mission è l’empowerment femminile attraverso il camminare, il quinto obiettivo dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, dando voce e visibilità alle storie di donne in cammino, esempi di ispirazione, forza, emancipazione e determinazione.

 

Seguici sui nostri canali social! 
Instagram –  Facebook – Telegram

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Lupi in Italia: popolazione tocca 3.300 esemplari

Lombardia in bici: nasce Orobikeando, 795 km di ciclabile sulle Alpi Orobie

Foreste Casentinesi: riparte il programma ‘bagno nella foresta’