Torna “Sicuri con la neve”: una giornata di eventi per la prevenzione degli incidenti in montagna

Il Cai e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico organizzano l'edizione 2024 della giornata nazionale "Sicuri con la neve". Una manifestazione per informare e sensibilizzare sulle precauzioni necessarie per prevenire incidenti in montagna d'inverno: domenica 21 gennaio sono in programma eventi in 12 Regioni

17 gennaio 2024 - 11:24

Il Club Alpino Italiano e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) hanno annunciato l’edizione 2024 della giornata nazionale “Sicuri con la neve”, in programma per domenica 21 gennaio.

L’evento, che coinvolge decine di località alpine e appenniniche di 12 Regioni italiane, mira a sensibilizzare, informare e prevenire i pericoli legati alla frequentazione della montagna invernale, come valanghe, scivolate su terreno ghiacciato e ipotermia

“Sicuri con la neve” è un’iniziativa che fa parte del progetto “Sicuri in montagna”, un laboratorio permanente per far conoscere meglio e apprezzare l’ambiente montano frequentandolo in sicurezza.

Durante la giornata, i volontari del Soccorso alpino e del CAI allestiranno stand e campi neve alla partenza dei principali percorsi escursionistici e scialpinistici, fornendo informazioni preziose su come valutare le proprie capacità, i propri limiti e l’equipaggiamento necessario per affrontare le condizioni invernali

Inoltre, saranno organizzate dimostrazioni di soccorso di travolti da valanga con l’utilizzo di ARTVa, sonda e pala, strumenti obbligatori per i frequentatori di ambienti innevati nei quali sussistano pericoli di valanghe.

Saranno inoltre organizzati convegni in tema di prevenzione e autosoccorso.

Un aspetto particolarmente importante dell’evento sarà l’attenzione alla crisi climatica.

Le anomalie alle variazioni delle temperature stagionali e alle precipitazioni minano infatti la stabilità del manto nevoso sui versanti e sui terreni degli itinerari frequentati dagli appassionati, aumentando così il pericolo di valanghe e crolli

Elio Guastalli, responsabile di “Sicuri con la neve”, sottolinea l’importanza della prevenzione:
“Non è solo il rischio valanga che ci preoccupa. Noi vogliamo alzare l’attenzione anche sulle scivolate su terreno ghiacciato e sui problemi legati all’ipotermia, più preoccupanti in quanto si verificano più spesso rispetto agli incidenti da valanga”.

Il CAI e il CNSAS raccomandano inoltre l’utilizzo di GeoResQ, un’applicazione dedicata alle attività in montagna che permette di inviare una richiesta di aiuto quando ci si trova in pericolo e si ha bisogno di soccorso

Tutte le informazioni e il programma completo dell’evento si può consultare sul sito sicurinmontagna.it

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Yosemite Firefall: l’incredibile cascata di fuoco sulla parete di El Capitan

Vacanza Trekking: idee e consigli per viaggi organizzati, di gruppo e per single

Trentino, valanga travolge due scialpinisti sulle Pale di San Martino: uno grave