Friuli Venezia Giulia: estate outdoor nelle Valli del Natisone e del Torre

Montagne, foreste incontaminate, torrenti e cascate: per tutta l'estate sarà possibile esplorare i territori più incontaminati della Valli del Natisone e della Valli del Torre, in Friuli Venezia Giulia, accompagnati dalle guide delle Pro Loco. Dal trekking al climbing, dalla speleologia alle camminate didattiche, ce n'è per tutti i gusti

22 luglio 2022 - 10:01

Trekking e outdoor con le Pro Loco delle Valli del Natisone e del Torre

Per tutta l’estate il Friuli Venezia Giulia si apre agli appassionati di trekking e outdoor con una serie di escursioni organizzate in collaborazione con chi il territorio lo conosce e lo vive davvero: le Pro Loco.

Guide, naturalisti ed esperti accompagneranno i visitatori nei più suggestivi angoli delle Valli del Natisone e del Torre, tra vette alpine, acque gorgoglianti e foreste secolari.

Un’idea semplice che consente a chi vuole camminare e svolgere attività all’aria aperta di farlo nel modo più genuino.

Il progetto turistico si chiama appunto “I Sentieri della Pro Loco” ed è promosso all’interno del programma Montagna 365 di PromoTurismoFvg.

 

Il territorio: le Valli del Natisone, natura e cultura

Foreste infinite, boschi di frassini, castagni, noccioli, tigli e carpini. E poi fioriture magiche che offrono ai viaggiatori un tripudio di colori e profumi in tutte le stagioni.

Le attrazioni naturali di questo angolo richiamano gli amanti della mountain bike, della speleologia, dell’arrampicata sportiva e delle passeggiate a cavallo e sui numerosi sentieri tematici presenti: Sentiero Gadda, degli Artisti dei Guziranje delle Chiesette votive e sui siti della Grande Guerra.

Le Valli del Natisone-Nediške Doline sono anche ricche di cultura e tradizioni di confine, tra Friuli e Slovenia.

Antichi riti e usanze tradizionali si tramandano da generazioni, come quelle legate al natale, al carnevale-Pust, Kries-falò di San Giovanni.

Un motivo in più per camminare alla scoperta della natura e delle tradizioni delle Valli del Natisone.

 

Gli appuntamenti nelle Valli del Natisone

Gli appuntamenti nella Valle del Natisone sono innumerevoli, per tutti i gusti e tutti gli appassionati, eccone alcune:

_ Percorrendo il fondovalle: tra chiesette, cimiteri e alture
Un’escursione ai monti Roba e Barda (249m) tra trincee e camminamenti della prima guerra mondiale, sede di un importante castelliere inserito, in età costantiniana (IV sec. D.C.), nel Vallum Alpium Juliarum.

Prevista anche visita allo SMO, museo dei paesaggi e narrazioni (Slovensko Multimedialno Okno – Museo di Paesaggi e Narrazioni), che offre un’esperienza multisensoriale che sceglie un approccio narrativo per raccontare il territorio.

 

_ Natisone: un corridoio ecologico per specie straordinarie
Un itinerario alla scoperta di un territorio chiave per pesci, anfibi, rettili. Tra  i mammiferi, si camminerà sulle sponde frequentate dalla lontra.

 

_ L’estate dei grandi carnivori: le loro (e le nostre) abitudini
Una passeggiata didattico-naturalistica in collaborazione con l’Università degli studi di Udine lungo il sentiero che da Stupizza arriva all’abitato di Goregnavas.

_ Grandi carnivori senza confini:
Un trekking didattico-naturalistico lungo la cresta del Monte Kolovrat, punto di connessione tra le Valli del Natisone e quella dell’Isonzo, che gli animali selvatici usano per passare dalla Slovenia all’Italia e viceversa.

Gli orsi maschi che vanno oltre confine nella stagione degli amori.

 

_ Il mondo vegetale della Val Erbezzo:
Escursione botanica alla scoperta del mondo vegetale di Altana e Seuza, sui versanti della valle dell’Erbezzo, con pranzo alla Trattoria da Walter.

Si scopriranno chiesette votive, si esplorerà il sottobosco di castagneti, ritrovando altri manufatti che ci narrano le antiche storie delle Valli del Natisone.

 

_ Il mondo vegetale della Val Cosizza:
Una camminata nei boschi per imparare a conoscere alcune piante ed alberi e scoprire quali impieghi essi possono avere.

Si scopriranno tradizioni e usi culinari trasmessi, secondo le leggende locali, dalle Krivapete alle donne delle Valli del Natisone. Al rientro chi vorrà potrà fermarsi a degustare piatti tradizionali preparati con prodotti locali.

 

_ Il mondo vegetale tra i castagni di Dughe:
La guida naturalistica Andrea Vendramin condurrà nel regno segreto dei castagni secolari di Dughe, nelle Valli del Natisone.

 

_ Passeggiata a passo lento con gli asinelli:
A passo d’asino percorreremo alcuni sentieri intorno al paese di Altana.

Scopriremo la Chiesa di Sant’Abramo, i boschi ed i castagneti , la vecchia fontana di Seuza e tanti animali compagni di Pif Gemma, Regina e Amelia, i nostri asinelli.

 

_ Quattro passi in una realtà familiare per conoscere la filiera della mela:
Si andrà alla scoperta della Società semplice agricola Specogna Giuseppe che da 6 anni è condotta da Marianna e Massimiliano, fratelli che hanno deciso di portare avanti l’azienda familiare. Ai visitatori verrò mostrato come si producono e lavorano le mele.

 

_ Easy river trekking sul fiume Natisone:
Un’immersione nella natura selvaggia del fiume, camminando sulle sponde e dentro l’acqua alla scoperta di grotte, sculture di roccia, laghi e piccole rapide.

Si percorrerà a piedi il canyon del Natisone, camminando e nuotando nelle sue acque con tutta l’attrezzatura di sicurezza necessaria.

 

_ Le Valli in Passerella:
Una facile escursione in mountain bike, con partenza dall’Agriturismo “Monte del Re” a Clenia, nel comune di San Pietro al Natisone. Il tempo per un caffè assieme e subito in sella attraverso tre diverse vallate sfiorando appena le strade asfaltate.

 

_ Le Valli al tramonto:
Si parte dopo un primo momento di “conforto per lo spirito” dall’osteria di Vartacia di Savogna per poi raggiungere il paese di Cepletischis e quindi risalire fino a Masseris e ai suoi prati, da dove si potrà godere, tempo permettendo, un suggestivo tramonto.

 

_ Andar per grotte nelle Valli:
Un itinerario alla scoperta della grotta di San Giovanni d’Antro , che ha offerto riparo alla popolazione autoctona fin dall’antichità ed è diventata un luogo di culto almeno dall’ottavo secolo. Si trova a Pulfero, nelle valli del Natisone, a poca distanza da Cividale del Friuli.

 

_ Bagni di Foresta:
Un’ esperienza di forest bathing nella prima Stazione di Terapia Forestale in Italia.

Alla fine dell’esperienza avrete imparato un modo nuovo per stare bene da soli o in compagnia di chi amate, nella Natura.

 

_ In fondo alla Valle (e-bike):
Un’avventura in E-Bike alla scoperta delle zone più suggestive dell’Alta valle dello Judrio e del Cosizza. Due impegnative scalate , ma il premio finale sono paesaggi e panorami indimenticabili.

 

 

Le Valli del Torre: natura selvaggia e panorami unici

Le Valli del Torre sono un paradiso di natura incontaminata. Meta ideale per chi ama la wilderness, la natura selvaggia fatta di foreste e fiumi millenari, torrenti carsici e cascate spettacolari come quella del rio Boncic.

Le Valli offrono angoli indimenticabili: dal Gran Monte si ha una vista unica, dalle Alpi Carniche e Giulie fino al Mar Adriatico.

Le attività outdoor sono le più svariate:  trekking, volo libero in deltaplano, parapendio, mountain bike, speleologia, climbing, passeggiate a cavallo.

 

Gli appuntamenti delle Valli del Torre

_ Alla scoperta del torrente Preloh:
Il torrente Preloh scorre tranquillo per gran parte del suo percorso, ma poco distante da Masarolis offre una serie di cascate spettacolari.
Al termine dell’escursione sarà possibile assaporare prodotti locali presso un ristoro organizzato dalla Pro Loco.

 

_ Tra le Tor e lis Culinis:
Un trekking sui sentieri curati dalla Pro Loco di Savorgnano per scoprire tradizioni ed angoli nascosti del territorio.

 

_ Trekking alle Cascate Kucula:
Un itinerario nei dintorni di Prosenicco alla scoperta dell’Alta Valle del Natisone, in un territorio di autentica wilderness.

Si ammireranno le cascate del Rio Namlen, dove l’acqua scavalca poderosi banconi rocciosi che aiuteranno a raccontare la storia geologica di queste terre orientali.

 

_ Agane con panoramica delle cime:
Un trekking sui sentieri sui sentieri curati dalla Pro Loco di Subit. Si camminerà nel silenzio dei boschi delle Agane, misteriose creature delle vallate friulane.

Dal monte San Giacomo si traverserà in cresta la Panoramica delle Cime, con splendide vedute sulle Prealpi e sulla Pianura friulana.

 

_ Anello Parco delle Pianelle:
Trekking sui sentieri curati dalla Pro Loco di Nimis. un itinerario nel fascino dei boschi di Nimisper scoprire tradizioni vecchie di secoli, corsi d’acqua e rocce millenarie.

Al termine dell’escursione ci sarà la possibilità di riprendere le forze assaporando i prodotti locali.

 

_ Sentiero Malghe Porzus:
Un trekking  con partenza da Porzus fino al M.te Carnizza e da qui alla scoperta delle storiche malghe dove con sosta per uno spuntino.  Lungo il percorso di rientro a Porzus sarà possibile ammirare un suggestivo panorama sulla pianura friulana

 

_ Anello della Valle di Musi:
Un trekking nel Parco delle Prealpi giulie, un magnifico anfiteatro naturale che sovrasta l’intera vallata di Musi

 

_ Escursione sui Monti San Lorenzo e Joanaz:
Partendo dal borgo di Valle di Soffumbergo, noto come il “Balcone sul Friuli”, si salirà al Monte San Lorenzo. Dalla cima del monte si gode di un panorama unico: a nord le Prealpi Giulie e a sud la pianura friulana fino al mare.

 

_ Il forte del Monte Bernadia:
Un trekking alla scoperta del forte sorto nel 1910 a circa 800 metri di altitudine e  inserito nel sistema difensivo del Medio Tagliamento e in particolare in quello del torrente Torre.

 

_ Sentiero del Foran dell’Andri:
Un trekking alla scoperta di un importante sito preistorico friulano: una grotta situata in Comune di Torreano: un itinerario affascinante tra laghetti, cunicole e gallerie.

 

 

Informazioni utili

Per scoprire tutte le destinazioni e le attività della montagna del Friuli Venezia Giulia, visita il sito turistico.

Tutte le informazioni e i dettagli sulle escursioni indicate e le altre del programma completo si possono trovare a questa pagina.

_ COSTI ESCURSIONI:

  • Escursione di mezza giornata: 15€ intero / 7,50€ ragazzi 12-18 anni accompagnati / gratis <12 anni accompagnati / Gratis FVG Card.
  • Escursione giornata intera: 20€ intero / 10€ ragazzi 12-18 anni accompagnati / gratis <12 anni accompagnati /50% FVG Card.
  • Escursione specifiche per bambini: 10€ a bambino / gratis adulto accompagnatore / Gratis FVG Card.
  • Escursioni con equipaggiamenti e attrezzature particolari: verrà fatta una valutazione caso per caso.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le 5 ferrovie locali più panoramiche delle Alpi italiane

Vacanze: mare, montagna o visite? Ecco qualche idea tra le mete più famose!

Trentino Alto Adige: 7 trekking per l’estate