Camminare fa bene al ginocchio con l’artrosi: ecco perché

L'osteoartrosi del ginocchio è una patologia che comporta la progressiva perdita di cartilagine ed è molto temuta dai trekker. Camminare aiuta a prevenirla? E chi ne soffre trae beneficio dall'andare a piedi? Vediamo le risposte della scienza a queste domande

6 aprile 2024 - 20:10

Cos’è l’artrosi al ginocchio e perché influisce sul camminare

In breve, l’artrosi al ginocchio, scientificamente definita “osteoartrosi”, corrisponde a una condizione degenerativa delle articolazioni che comporta la progressiva perdita di cartilagine, infiammazione e varie modificazioni ossee.

Ciò può condurre a dolore, rigidità e limitazioni dei movimenti corporei.

Durante un cammino, ad esempio,  le articolazioni del ginocchio sono sottoposte a stress e carico.

Nel caso dell’artrosi al ginocchio, l’usura della cartilagine può causare attrito, dolore e limitazioni nei movimenti del ginocchio durante la camminata.

A cosa è dovuta l’insorgenza della patologia

Diversi sono i fattori di rischio che possono portare all’insorgenza dell’artrosi.

Tra questi vi sono l’età avanzata, il sesso femminile, l’obesità, l’ereditarietà oppure i traumi articolari precedenti.

A questi vanno aggiunti l’eccessivo carico sulle articolazioni, l’instabilità articolare, l’attività fisica intensa e alcune anomalie anatomiche del ginocchio.

Tuttavia non finisce qui.

Alcuni studi affermano che l’artrosi è in parte una condizione ereditaria.

Questo significa che se un genitore o un parente stretto soffre di questa malattia, allora possiamo aspettarci di avere un maggior numero di probabilità di ammalarci.

Ad ogni modo, conoscendo le cause scatenanti dell’artrosi e come agisce sulle nostre ginocchia, possiamo adottare dei sistemi preventivi per bloccare l’insorgenza o la progressione di questa patologia.

Smettere di camminare o passeggiare per non soffrire eccessivamente può sembrare una soluzione utile per non peggiorare la propria condizione articolare.

Tuttavia, un recente studio americano dice il contrario.

Lo studio di Houston: camminare aiuta a combattere l’artrosi al ginocchio

Il Baylor College of Medicine di Houston, grazie a un recente studio, è arrivato a una conclusione.

Camminare può essere un valido aiuto per ridurre il dolore nei soggetti che sono affetti da artrosi al ginocchio.

Lo studio in questione è stato guidato dalla dottoressa Grace Hsiao-Wei Lo ed è stato mosso dalla volontà di cercare una soluzione a un problema largamente diffuso negli States.

Basti pensare che lì ben 32 milioni di adulti sono affetti da artrosi, un terzo di questi rientrano nella categoria degli over 60.

Mentre stando a diversi dati epidemiologici si stima che che l’artrosi al ginocchio colpisca, in generale, circa il 10-15% della popolazione mondiale, con un’incidenza crescente in relazione all’invecchiamento.

Nell’arco di circa 4 anni, la dottoressa Wei Lo, assieme al proprio team, ha monitorato lo stato di salute di circa un migliaio di pazienti over 50 affetti da artrosi al ginocchio.

Il risultato? Dopo una lunga osservazione l’esperimento ha verificato il fatto che il 37% di coloro che non camminavano con regolarità aveva sviluppato maggiori dolori alle ginocchia.

Solo il 26% di camminatori abituali, invece, tendeva a sentire nuovi dolori a queste articolazioni.

Tuttavia, è bene dirlo: lo studio non prevedeva un programma specifico di cammino da intendersi come terapia a tutti gli effetti.

L’attività di camminata è stata infatti lasciata alla pura iniziativa individuale.

Nonostante ciò, però, i risultati sono comunque una valida prova che consente di intravedere i grandi benefici per le ginocchia derivanti da una camminata regolare.

Gli effetti benefici del cammino regolare

Camminare regolarmente può offrire diversi benefici per le persone che soffrono di artrosi al ginocchio.

Aiuta infatti a migliorare la circolazione sanguigna, riduce l’infiammazione, favorisce la lubrificazione articolare e mantiene la forza muscolare e la flessibilità.

Inoltre, il cammino può aiutare a controllare il peso corporeo, riducendo il carico sulle articolazioni del ginocchio.

Tuttavia, è bene tenere a mente che per camminare in modo sicuro avendo questa patologia è consigliabile seguire alcune precauzioni.

Innanzitutto è fondamentale utilizzare calzature comode e ben ammortizzate per ridurre l’impatto sulle articolazioni.

Bisogna poi evitare superfici irregolari o inclinate e, almeno inizialmente, il consiglio è quello di scegliere terreni pianeggianti.

Dunque, magari l’ideale può essere cominciare con una camminata leggera e aumentare gradualmente l’intensità e la durata dell’attività nel corso del tempo.

Se necessario, l’utilizzo di bastoni o deambulatori per fornire supporto e ridurre il carico sulle articolazioni del ginocchio può rappresentare un’ottima soluzione.

 

Leggi gli altri articoli su salute e benessere

 

_ Seguici sui nostri canali social!
Instagram –  Facebook – Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quali sono i muscoli più usati durante un’escursione? Scopriamolo!

5 benefici del cammino sulla salute mentale: quali sono e come agiscono!

Ecco 6 benefici delle camminate primaverili: effetti positivi per la mente e il corpo