5 App per conoscere meglio la natura

Piccoli trucchi a portata di smartphone per imparare a riconoscere la natura che ci circonda durante le nostre escursioni: dalla vegetazione al suono degli uccelli, dal vento alle stelle.

10 marzo 2023 - 13:39

Che il camminare faccia bene l’hanno ormai dimostrato decine di studi e ricerche: dai miglioramenti nelle nostre condizioni fisiche ai benefici sullo stress e sulla condizione psicologica, prendersi del tempo per vivere la natura è un piccolo segreto per stare bene.

Ma se volessimo anche conoscerla meglio, la natura che frequentiamo nelle nostre passeggiate o durante le escursioni del weekend?

Sebbene il binomio natura–smartphone non sia sempre visto di buon occhio, soprattutto quando magari si sceglie un’attività outdoor per staccare la spina dalla routine quotidiana, non tutta la tecnologia viene per nuocere.

Grazie ad alcune app, infatti, è possibile imparare con pochi tocchi di schermo a riconoscere le piante e le erbe aromatiche, i richiami degli uccelli e gli insetti che si posano sui fiori.

E per chi campeggia in tenda, nell’oscurità dei boschi, anche le stellate notturne non avranno più misteri.

 

PlantNet e Flora Incognita

Se vi trovate nel bosco e volete identificare delle piante selvatiche, PlantNet è una delle app più scaricate e apprezzate.

È sufficiente scattare una foto della pianta desiderata e l’app restituirà automaticamente i risultati con il nome botanico della specie.

Si tratta di un progetto collettivo, in cui più contributi vengono inviati dagli utenti e maggiormente ricco diventa il database.

Per identificare invece anche le piante orticole e ornamentali, Flora Incognita è un’altra app che fornisce dati sulle caratteristiche, sullo stato di conservazione e distribuzione di oltre 4.800 specie, comprese quelle selvatiche autoctone.

Funziona nella stessa maniera: basta scattare una fotografia e si ottiene il risultato in pochi istanti. Le informazioni possono essere poi consultate anche offline.

_ Qui il link per scaricare l’app sul Play Store

_ Qui il link per scaricare l’app su Apple Store

 

BirdNET

Quante volte capita di camminare nel bosco in silenzio, avvolti solo dal rumore dei passi, del vento e degli uccellini che si nascondo tra le fronde.

L’App BirdNET consente proprio di imparare a riconoscere i volatili dal loro cinguettio.

È sufficiente direzionare lo smartphone verso la fonte sonora e l’applicazione elabora le frequenze in tempo reale, per poi restituire una galleria fotografica della specie.

L’applicazione è in grado di analizzare i suoni di oltre 3.000 tipi di uccelli e – anche guardando le molte valutazioni positive consultabili sul Play Store – offre molto spesso le giuste corrispondenze.

_ Qui il link per scaricare l’app sul Play Store

_ Qui il link per scaricare l’app su Apple Store

 

Windfinder

Le attività outdoor non sono solo una prerogativa di boschi e montagne.

Per chi ama gli sport acquatici e marini come il kitesurf, la vela, il windsurf, la pesca – o per chi, ad esempio fa paracadutismo – Windfinder aiuta a tenere d’occhio sempre le condizioni del vento.

Oltre a dare previsioni in dettaglio del tempo e del vento in oltre 160.000 località nel mondo, con l’app è possibile conoscere lo stato delle maree, l’altezza delle onde, il periodo e la loro direzione, la velocità del vento e la sua direzione.

Grazie al collegamento con le webcam e con oltre 21.000 stazioni meteorologiche in tutto il mondo, consente di avere una panoramica dei venti su scala regionale o globale.

_ Qui il link per scaricare l’app sul Play Store

_ Qui il link per scaricare l’app su Apple Store

 

Wild Bee ID

Sono ormai molti i documenti e le ricerche ad aver lanciato un grido d’allarme per la protezione delle api.

Questi piccoli insetti non ci donano solo il miele, ma contribuiscono al mantenimento degli ecosistemi: quasi tre quarti dei fiori dipendono dalla loro attività di impollinazione.

Solo in Europa, sono circa 2.000 le specie di api. Wild Bee ID consente di riconoscerle, e identifica anche le piante amiche delle api.

Inoltre, mostra come è possibile partecipare alla protezione di queste importanti specie, creando ad esempio giardini per impollinatori.

_ Qui il link per scaricare l’app sul Play Store

 

Stellarium

Quando il sole tramonta e ci si ritrova nel buio del bosco, non tutti gli escursionisti sono in grado di riconoscere le stelle che illuminano il cielo.

Solitamente si identificano l’Orsa Maggiore e l’Orsa Minore, forse anche il sottile barlume della Via Lattea. L’universo, però, è ben più ampio.

Stellarium è una mappa stellare realistica, che serve a mostrare stelle, pianeti, costellazioni e persino satelliti artificiali e la Stazione Spaziale Internazionale.

È sufficiente puntare verso il cielo il proprio smartphone, e l’app indica in tempo reale il nome dei corpi celesti inquadrati.

L’interfaccia è semplice e minimalista – adatta quindi anche a chi non è esperto di tecnologia – e si può utilizzare anche di giorno, con la luce diurna.

L’app offre anche altre informazioni interessanti, come le traiettorie dei pianeti e persino dei satelliti.

_ Qui il link per scaricare l’app sul Play Store

_ Qui il link per scaricare l’app su Apple Store

 

Leggi gli altri nostri articoli con consigli sul trekking e l’outdoor:

 

Seguici sui nostri canali social!
Instagram –  Facebook – Telegram

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Preparare lo zaino da trekking: la guida completa per caricarlo nel modo giusto

Allenarsi per trekking ed escursioni: gli esercizi migliori per rafforzare i muscoli

Cosa mangiare durante un trekking invernale al freddo e sulla neve: ecco alcuni consigli fondamentali