Bolivia, escursione al Parco Amborò

20 maggio 2019 - 12:03

Bolivia: i colori e il piacere di un’escursione indimenticabile.

Si tratta di una vera è propria esplorazione nella selva, su un sentiero aperto con il macete, accompagnati da un educatore ambientale, abilitato come guida nel Parco.

Si lascia Samaipata per raggiungere con una pista il limitare sud del parco. La sterrata sale per circa un’ora, superando prima una zona collinosa, dove con i terrazzamenti si coltivano le patate in alta quota, poi una piccola comunità di coloni, per arrivare infine a 2500 metri circa, sotto la montagna.

Qui ci s’incammina nel bosco umido, man mano che si prosegue, la foresta diventa più fitta e appaiono le “helechos”, gigantesche felci alte anche dieci metri, che con le loro foglie ad ombrello disegnano sulla testa enormi merletti.

Sotto questa volta verde ci si sente veramente piccoli. Si prosegue su un sentiero tracciato per i ricercatori, dove è possibile osservare molti uccelli, nel parco vivono più di 780 specie di volatili. La guida con il suo occhio esperto e appassionato riconosce, ogni uccello della foresta e a volte imita i loro richiami. Con un po’ di fortuna è provabile anche vedere in sosta sugli alberi il condor, venerato dagli incas e simbolo del paese.

Con diversi saliscendi, si superano alcuni valloni per salire in fine a

Dalla vetta, l’occhio spaziava sulle Los Valles centrali, zona di riserva integrale. Ritorno su un altro sentiero che completa un percorso a circuito. Si scende velocemente nella foresta silenziosa, dove non è raro l’incontro la volpe, il suo passaggio in alcuni punti del bosco è segnalato dall’odore fortissimo d’urina.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il Cammino dei Briganti: un trekking ad anello tra Lazio e Abruzzo

Trekking alle Cinque Terre: il sentiero da Riomaggiore a Monterosso al Mare

Monte Cusna: la vetta più alto del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano