Al Pian Palù

18 marzo 2020 - 9:38

Partendo da Malga Frattasecca si raggiunge il Forte Barba di Fior, presidio austroungarico risalente alla Prima Guerra Mondiale, e poi il Rifugio Fontanino in prossimità del Lago Pian Palù, bacino artificiale costruito sul torrente Noce a 1800 metri di quota.

Si compie un emozionante giro attorno allo specchio d’acqua che per la particolarità del luogo assume colori e sfumature straordinari. Lungo il percorso si toccano Malga di Celentino, Malga Palù, Malga Paludei e Malga Giumella, testimonianze del rapporto inscindibile che univa in passato l’uomo alla montagna, per poi rientrare al Rifugio Fontanino e a Malga Frattasecca.

Dicmbre 2010

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valle d’Aosta selvaggia: trekking al Lago di Lolair in Valgrisenche

Santa Severa: trekking sul mare etrusco alla scoperta dell’antica Pyrgi

Ciclabile “Sulle tracce degli Etruschi”: dall’Adriatico al Tirreno sulle tracce dell’antica civiltà